Jabil: operai protestano e bloccano il traffico di Caserta

183
Jabil: operai protestano e bloccano il traffico di Caserta

Jabil: protesta dei 350 lavoratori, sui quali incombe l’ombra dei licenziamenti collettivi. Il segretario dem Nicola Zingaretti nella sede di Marcianise.

Nuova protesta da parte dei 350 lavoratori della Jabil, multinazionale americana che produce componenti elettronici, i cui vertici societari hanno recentemente annunciato l’intenzione di avviare le procedure di licenziamento collettivo.

Come riportato da “Il mattino”, un gruppo di operai e dirigenti – con al seguito le famiglie – ha bloccato l’arteria centrale di Caserta, ovvero via Roma, procedendo in corteo verso la sede di Confindustria.

Lì è in corso il primo confronto tra le parti sulla procedura di licenziamento, decisa nonostante un impegno preso con il ministro dello Sviluppo Economico, Luigi Di Maio.

Jabil, Zingaretti tra gli operai: “Azienda ritiri i licenziamenti”

A dare solidarietà agli operai anche Nicola Zingaretti, segretario nazionale del Partito Democratico. Il leader dem si è recato stamattina presso la sede Jabil di Marcianise: “Sono qui perché i lavoratori della Jabil devono sapere che non sono soli. Che siamo dalla loro parte e staremo con loro fino a quando non verranno ritirati i licenziamenti.Jabil: operai protestano e bloccano il traffico di Caserta La Jabil, come le altri multinazionali – prosegue Zingaretti- devono sapere che i dipendenti non sono soli e abbandonati, ma un intero Paese è con loro. Scriverò stasera al Governo perché adotti ogni passo, dagli incentivi ad altre forme di sostegno, per evitare che l’azienda persista nella scelta”. Presenti anche i vertici del Pd casertano, con l’ex parlamentare Camilla Sgambato in testa.