mercoledì, Dicembre 1, 2021

Reboot riavviamo il Teatro il Nest presenta la stagione della rinascita

- Advertisement -

Notizie più lette

Giuseppe Giorgio
Caporedattore, giornalista professionista, cura la pagina degli spettacoli e di enogastronomia

La stagione del Teatro il Nest sarà inaugurata il 6 e 7 novembre con “Diventa Re” della Compagnia Muricena Teatro e continuerà il 13 e 14 novembre con “In Marcia” della Compagnia Hosteria Fermento.

Sulla scia della benefica e tanto desiderata ripresa del mondo teatrale trafitto dalla pandemia, anche il “Teatro Nest” e la sua compagine di attori tornano all’attacco con la nuova stagione. Un cartellone intitolato “ Reboot riavviamo il teatro” che per lo spazio di San Giovanni a Teduccio vuole rappresentare l’impegno di un collettivo che non è stato mai disposto a cedere dinanzi alle difficoltà e ai mancati aiuti. E proprio con queste premesse, gli artefici del Nest, Adriano Pantaleo, Francesco Di Leva, Giuseppe Miale di Mauro, Giuseppe Gaudino e Andrea Vellotti, durante una conferenza, hanno anticipato i temi di un’annata pronta a diventare il simbolo del riscatto.

“Siamo felici di ripartire – ha detto Di Leva- e il titolo del cartellone chiamato Reboot ci vede al riavvio proprio alla pari di un computer che durante la pandemia non è stato mai spento ma solo in stand by”. A confermare la voglia di ripresa anche Pantaleo che ha parlato della forza necessaria per sostenere un teatro di soli 100 posti.

“Tutti noi – ha detto l’attore – abbiamo sopportato un grande sacrificio vittime delle leggi che non prevedono nessun sostegno per le sale come le nostre. Si aiutano i Centri di Produzione e non si pensa ai luoghi come il Nest e ai tanti altri piccoli teatri che sono delle vere fucine di artisti. Chi non pensa agli attori di questi spazi è evidente che non pensa neanche al teatro di domani”.

E a parlare dei progetti del Teatro Nest per la formazione è intervenuto pure l’altro componente, Gaudino, che ha anticipato la nascita del progetto “Innesti di Teatro.” “Una serie di laboratori per le scuole – ha spiegato l’altro attore del teatro di via Martirano – che vedrà coinvolti tre istituti del territorio dove si parlerà di bullismo e cyberbullismo”.

Tra gli ospiti presenti, anche il componente del Consiglio Superiore dello Spettacolo, Antonio Bellastella e il presidente della Camera dei deputati, Roberto Fico. “Da esperienze culturali come questa– ha detto il politico nato a Napoli- parte il riscatto delle periferie e della nostra città. Avere un teatro a Napoli est è molto importante. Sono luoghi preziosi di arte e di grande aggregazione. È il momento dell’unione in questa città per farla uscire definitivamente da una situazione difficile. Le istituzioni devono essere al fianco delle realtà che con attività culturali e artistiche contribuiscono a scrivere pagine nuove di rilancio e riscatto per i quartieri”.

E a seguire, con il pubblico in palcoscenico e gli attori in platea, interessante è stata la motivazione dei rappresentanti del Nest che hanno parlato del teatro come un bene comune. “Non è solo nostro, non è solo vostro ma è di tutti. Di quelli che vogliono arricchire la propria anima con la bellezza e la cultura che da secoli vive attraverso il patto collettivo tra chi dice e chi ascolta”.

Ecco gli appuntamenti

La stagione del Nest sarà inaugurata il 6 e 7 novembre con “Diventa Re” della Compagnia Muricena Teatro e continuerà il 13 e 14 novembre con “In Marcia” della Compagnia Hosteria Fermento. Il 18 e 19 dicembre, Claudia Potenza e Donatella Finocchiaro presenteranno “Taddrarite” fino a giungere al 27 dicembre quando in collaborazione con Mario Tronco, direttore dell’Orchestra di Piazza Vittorio, il Nest che lo produce presenterà “Così fan tutte” di Andrej Longo con le Ebbanesis, dirette da Giuseppe Miale di Mauro. Il 15 e 16 gennaio 2022, sarà la volta di “Ruy Blas#tuttieroi” dall’opera di Victor Hugo. Il 23 e 24 gennaio, invece, sarà il turno di “Ca/1000” di Enrico Manzo per la regia di Luisa Corcione. A continuare la stagione, “Totò e Vicè”, di Franco Scaldati; “Giotto per una tragedia” di Giuseppe Provinzano e l’appuntamento con una “Una serata al Nest” con Anna Bonaiuto che legge l’Amica Geniale. Infine a completamento del cartellone, gli spettacoli “Brain Dance” con Angelo Curti; “Trio Malinconico” con Diego De Silva; “La gallinella e il chicco di grano”; “Siede la terra” e “Tutto sua madre”. Ancora da definire, tra gli altri progetti, lo spettacolo “Container” con la Compagnia #Giovani’ONest diretta da Andrea Vellotti.

- Advertisement -
- Advertisement -
- Advertisement -
- Advertisement -spot_imgspot_imgspot_img

Ultime Notizie