27-11-20 | 18:45

Lavoro, nuove assunzioni in Poste italiane: si cercano portalettere

Home Economia Lavoro, nuove assunzioni in Poste italiane: si cercano portalettere
- Advertisement -

Notizie più lette

Ampio successo per il Napoli Carpisa Yamamay Calcio Femminile

Torna al successo il Napoli Carpisa Yamamay Calcio Femminile. Battuto 4-0 il Nebrodi, riparte la corsa al quarto posto. Torna al successo il Napoli Carpisa...

Torino, la moglie lo allontana: lui va in auto e si dà fuoco

Ultime notizie di cronaca italiana. Dopo aver litigato con la moglie si è rinchiuso nella sua auto e ha appiccato le fiamme alla vettura. La...

Coronavirus a Caserta, buone notizie: sono in netto aumento i guariti

Coronavirus a Caserta: in aumento il numero di guariti dal Covid 19 (una ventina negli ultimi giorni). Buone notizie sull’emergenza Coronavirus nel Casertano, dove sono...

Ultime Notizie: Bacoli, è polemica sui rifiuti trasferiti in area di sosta

Ultime Notizie Fa discutere a Bacoli la procedura di trasferimento dei rifiuti eseguita in città, in un'area di sosta pubblica. L’attivista Nestore Antonio Sabatano, presidente...
55f753ac4fd0bf9dc9150b50d12da632?s=120&d=mm&r=g
Luigi Maria Mormonehttps://www.2anews.it
Luigi Maria Mormone, cura la pagina di cronaca su Napoli e provincia, attualità e sport (pallanuoto, basket, volley, calcio femminile ecc.), laureato in Filologia Moderna, giornalista.

Poste: in programma assunzioni a tempo determinato di portalettere su tutto il territorio italiano (per candidarsi c’è tempo fino al 13 gennaio).

Poste Italiane è alla ricerca di portalettere su tutto il territorio italiano, con assunzioni a tempo determinato previste per il 2019, fatte per esigenze legate alla copertura del personale assente, ai picchi di stagione, alle necessità di risorse umane per specifici uffici e zone. Come riporta il sito “Ticonsiglio” Gli annunci sono rivolti a diplomati o laureati (anche senza esperienza).

Poste italiane, durata del contratto e stipendio da portalettere

I posti di lavoro per Portalettere prevedono l’inserimento mediante Contratti a Tempo Determinato CTD, a partire dal mese di febbraio. Generalmente gli incarichi di lavoro in Poste Italiane per Postini hanno una durata di 3 o 4 mesi, quindi è probabile che i candidati selezionati saranno impiegati per il periodo inverno primavera 2019. Presumibilmente almeno per i mesi di febbraio 2019 – marzo 2019 – aprile 2019 – maggio 2019. Lo stipendio non viene precisato negli annunci ma in base ad esperienze precedenti, si parla di circa 1.100 Euro al mese.

Poste italiane, ecco i requisiti per lavorare come portalettere

Per lavorare come Postini per Poste Italiane occorre possedere i seguenti requisiti:

  • essere diplomati o laureati, in particolare possedere un diploma di scuola media superiore con voto minimo 70/100 oppure diploma di laurea, anche triennale, con voto minimo 102/110;
  • patente di guida in corso di validità;
  • idoneità alla guida del motomezzo aziendale (generalmente è il motorino Piaggio liberty
  • 125 cc);
    certificato medico di idoneità generica al lavoro rilasciato dalla USL/ASL di appartenenza o dal proprio medico curante (con indicazione sullo stesso certificato del numero di registrazione del medico presso la propria USL/ASL di appartenenza);
  • per la sola provincia di Bolzano, patentino del bilinguismo.

Poste italiane, ecco le sedi in cui si cercano portalettere

Lavoro, nuove assunzioni in Poste italiane: si cercano portalettere

Le selezioni sono aperte per la copertura di posti di lavoro Poste presso le seguenti sedi in Italia, dal Nord al Centro e al Sud:

  • Lombardia: Varese, Como, Sondrio, Milano, Bergamo, Brescia, Pavia, Cremona, Mantova, Lecco, Lodi, Monza e Brianza;
  • Piemonte: Torino, Vercelli, Novara, Cuneo, Asti, Alessandria, Biella, Verbano Cusio Ossola;
  • Valle d’Aosta: Aosta;
  • Liguria: Imperia, Savona, Genova, La Spezia;
  • Veneto: Verona, Vicenza, Belluno, Treviso, Venezia, Padova, Rovigo;
  • Friuli Venezia Giulia: Udine, Gorizia, Trieste, Pordenone;
  • Trentino Alto Adige: Trento, Bolzano;
  • Emilia Romagna: Piacenza, Parma, Reggio nell’Emilia, Modena, Bologna, Ferrara, Ravenna, Forlì Cesena, Rimini;
  • Marche: Pesaro e Urbino, Ancona;
  • Toscana: Massa Carrara, Lucca, Pistoia, Firenze, Livorno, Pisa, Arezzo, Siena, Grosseto, Prato;
  • Marche: Macerata, Ascoli Piceno, Fermo;
  • Molise: Campobasso, Isernia;
  • Puglia: Foggia, Bari, Taranto, Brindisi, Lecce, Barletta Andria Trani;
  • Basilicata: Potenza, Matera;
  • Lazio: Viterbo, Rieti, Roma, Latina, Frosinone;
  • Abruzzo: L’Aquila, Teramo, Pescara, Chieti;
  • Sardegna: Sassari, Nuoro, Cagliari, Oristano, Olbia Tempio, Ogliastra, Medio Campidano, Carbonia Iglesias;
  • Sicilia: Trapani, Palermo, Messina, Agrigento, Caltanissetta, Enna, Catania, Ragusa, Siracusa;
  • Umbria: Perugia, Terni;
  • Campania: Caserta, Benevento, Napoli, Avellino, Salerno;
  • Calabria: Cosenza, Catanzaro, Reggio di Calabria, Crotone, Vibo Valentia.

Si può scegliere una sola area territoriale di preferenza.

Poste italiane, il processo di selezione per portalettere

Lavoro, nuove assunzioni in Poste italiane: si cercano portalettere

La procedura prevede un test online che i candidati devono affrontare dopo aver inviato il cv in risposta agli annunci di lavoro. Il processo di selezione si svolge, solitamente, in 3 fasi, a cui possono accedere solo i candidati che hanno inviato il cv online e risultano idonei, così articolate:

  • Prima di tutto si riceve una telefonata delle Risorse Umane Territoriali di Poste Italiane, che annuncia l’avvio dell’iter selettivo.
  • Poi, si riceve una convocazione per effettuare un test di ragionamento logico presso una sede dell’azienda. Oppure si riceve una e-mail all’indirizzo di posta elettronica indicato in fase di candidatura. Questa e-mail consiste nell’invito ad effettuare il test online. L’e-mail sarà spedita dalla Società Giunti OS (info.internet-test@giuntios.it) – la quale è stata incaricata da Poste Italiane per la somministrazione del test di recruiting – e conterrà l’indirizzo Internet a cui collegarsi per effettuare la prova via web e tutte le spiegazioni necessarie per il suo svolgimento.
  • Chi supera il test in sede o via web, viene contattato dal personale di Poste Italiane per il completamento della seconda fase del processo di selezione. Questa comprende un colloquio e la prova pratica di guida che sarà effettuata su un motomezzo 125 cc a pieno carico di posta, il cui superamento è condizione essenziale senza la quale non potrà aver luogo l’assunzione. In caso di somministrazione del questionario online, è prevista, prima dell’intervista, una verifica in aula del test svolto da casa, in forma breve, presso una delle sedi aziendali.

Poste italiane, ecco come candidarsi per la posizione di portalettere

Gli interessati alle assunzioni Poste possono inviare il proprio curriculum vitae tramite la sezione Poste Italiane lavora con noi del sito web aziendale, dove vengono segnalate le posizioni aperte per Postini. Per candidarsi c’è tempo fino al 13 gennaio.

- Advertisement -

Ultime Notizie

Covid 19 a Napoli: funziona il protocollo D’Amato per le cure domiciliari

Covid 19 a Napoli: molti medici di famiglia hanno adottato il protocollo di Gennaro D’Amato (ex primario del Cardarelli, che cura i pazienti in...

Coronavirus in Campania, i dati del 26 novembre: 2.924 nuovi positivi e 2.650 guariti

Coronavirus in Campania: il bollettino di ieri 26 novembre dell'unità di Crisi regionale riporta 2.924 positivi su 22.301 tamponi effettuati. Sono 2.924 i nuovi contagi...

Meteo Campania, le previsioni per il weekend 28-29 novembre: in arrivo nubifragi

Meteo Campania: il ciclone in arrivo sull'Italia darà vita a una forte perturbazione atlantica che impatterà su gran parte delle regioni centro-meridionali. Tra sabato 28...

Covid 19 in Campania, indice Rt sotto l’1: verso la zona arancione?

Covid 19 Campania: il miglioramento complessivo dell’andamento dei contagi nelle ultime due settimane potrebbe spingere il Governo al “cambio” da zona rossa ad arancione....

Covid 19 in Campania, De Luca: “La zona rossa è una buffonata” (VIDEO)

Vincenzo De Luca: il governatore della Campania contesta ancora una volta la divisione dell’Italia in zone gialle, arancioni e rosse. Poi l’attacco sulle terapie...