Jonas Kaufmann canta Napoli al Teatro San Carlo

1313

di Antonella Amato – Il tenore più famoso del mondo si esibirà nel teatro d’opera più bello: Jonas Kaufmann canta Napoli, domani, lunedì 12 settembre.  L’evento avrà inizio alle 20 circa con un’ouverture dell’ensemble del San Carlo che eseguirà «Funiculì Funiculà» nella versione orchestrale di Rimskij Korsakov e «Canti del golfo di Napoli» di Renzo Rossellini. L’attore Claudio Di Palma darà il via allo spettacolo interpretando due monologhi scritti per l’occasione dal regista e drammaturgo Ruggero Cappuccio, presentando poi al pubblico la leggenda di Jonas Kaufmann e il significato straordinario della sua presenza al San Carlo di fronte alle più alte autorità del Paese. In sala il presidente del Consiglio, Matteo Renzi, e i ministri dei Beni Culturali, Dario Franceschini, dell’Istruzione, Stefania Giannini, e dell’Interno, Angelino Alfano, insieme con importanti personalità del mondo della cultura, dello spettacolo e dello sport. Seguirà un breve filmato di montaggio della prova aperta che si sarà svolta in mattinata di fronte agli studenti dei quattro Conservatori della regione (Napoli, Benevento, Avellino e Salerno). Un evento speciale, ancora una volta, attesissimo dai giovani allievi e dai loro docenti, ripreso dalle cineprese dei filmaker di Giffoni Experience.

Jonas Kaufmann, straordinario tenore tedesco naturalizzato svizzero, ormai non si inalbera più se viene definito il bello della lirica. Oggi, a poco più di 46 anni, sta vivendo alcuni fra i momenti più intensi di una carriera felice, progettata e percorsa con grande intelligenza. Interprete wagneriano per eccellenza ma perfetto anche per Puccini o Verdi, prenotato fino al 2021 (sì, 2021), Kaufmann parla benissimo l’italiano, grazie a ripetute vacanze in Italia con la famiglia, ed è anche molto fiero del suo aspetto latino. Ama la cultura italiana tanto da scegliere nomi italiani per i suoi 3 figli – Carlotta, Fabio e Matteo. Si è sposato e recentemente separato dalla mezzosoprano Margarete Joswig, vive a Zurigo. Kaufmann completa i suoi studi musicali a Monaco e comincia la sua carriera professionale allo Staatstheater di Saarbrücken nel 1994; viene presto invitato a fare altri debutti in importanti teatri tedeschi, tra cui il teatro dell’opera di Stoccarda e l’Opera di Amburgo; nel 1997-98 è a lungo impegnato con il Piccolo Teatro di Milano per l’ultima, geniale produzione di Giorgio Strehler: Così fan tutte di Mozart. Viene presto invitato anche in teatri stranieri, quali il Lyric Opera of Chicago, l’Opéra National de Paris e infine torna a Milano, ma stavolta per La Scala. Nel 1999 debutta al Festival di Salisburgo, con il Doktor Faust di Ferruccio Busoni, mentre nel 2003 vi ritorna nel ruolo di Belmonte ne Il ratto dal serraglio di Mozart e per i concerti della nona sinfonia di Beethoven. Nel 2006 interpreta il ruolo di Don José nella Carmen di Bizet alla Royal Opera House, a Covent Garden, Londra.

Nel 2008 ha il ruolo di Alfredo ne La traviata alla Metropolitan Opera e al Covent Garden. Nel maggio dello stesso anno debutta nel ruolo di Cavaradossi nella Tosca di Puccini In seguito si esibisce anche nella Manon, a Chicago, e nel Lohengrin di Wagner. Nel 2009 inaugura la stagione della Scala con Carmen. Nel 2010 inaugura il Festival wagneriano di Bayreuth con Lohengrin e canta Fidelio al Festival di Lucerna con Nina Stemme diretto da Claudio Abbado di cui esiste un CD live della Decca. Realizza le sue prime registrazioni con la Decca Records, pubblicate nel gennaio 2008. Registra anche un ciclo di musiche di Schubert con la stessa casa editrice e per l’EMI registra Madama Butterfly nel ruolo di Pinkerton. Il 7 dicembre 2012 interpreta Lohengrin alla Scala di Milano diretto da Daniel Barenboim con grande successo personale.

Grazie per essere venuto a Napoli!