Il Mann sarà presente al Salone “Napoli Città Libro” a Castel Sant’Elmo

435
A Castel Sant'Elmo la Festa degli Innamorati con le canzoni di Ilva Primavera

MANN, il Museo si racconta: dalla letteratura alla ricerca, dal giallo ai fumetti. Il Museo Archeologico di Napoli parteciperà al Salone “Napoli Città Libro”.

Ad appena pochi giorni dall’inaugurazione della spettacolare mostra su Antonio Canova, in collaborazione con l’Ermitage di San Pietroburgo, il Mann è ancora protagonista di un evento importante qui a Napoli. Infatti il museo citato parteciperà alla seconda edizione di “Napoli Città Libro, Salone del Libro e dell’Editoria di Napoli”, in programma a Castel Sant’Elmo dal 4 al 7 aprile prossimo.

La prestigiosa presenza dell’Archeologico a tale manifestazione sarà un’occasione non soltanto per offrire un’overview sui progetti editoriali sinora realizzati (il Museo attenderà i propri aficionados allo stand S45), ma anche per dialogare con il pubblico sfogliando, in maniera letterale e simbolica al tempo stesso, le pagine dei libri editi di recente a cura del MANN stesso.

Si svolgerà infatti venerdì 5 aprile alle ore 17,  presso la Sala Rosa dei Venti di Castel Sant’Elmo, l’evento intitolato “MANN, il Museo si racconta”, con interventi da parte di Paolo Giulierini (Direttore dell’Archeologico), Franco Forte (Direttore della collana “Giallo Mondadori”), Diego Lama (scrittore), Daniela Savy (Università degli Studi di Napoli/Obvia per il MANN) e Mario Punzo (Fondatore Scuola Italiana di Comix) che si confronteranno su come carta ed inchiostro possano essere i media necessari per la promozione delle istituzioni museali.

Il Mann, sarà presente al Salone "Napoli Città Libro" a Castel dell'Ovo

Nell’ambito del progetto denominato “Obvia – Out of Boundaries Viral Art Dissemination”, l’Archeologico di Napoli ha curato diverse pubblicazioni a fumetti per i più piccoli (dal primo episodio “Nico alla scoperta del MANN”, incentrato sulla collezione egizia, poi alla prossima uscita di “Nico alla scoperta di Canova”, fino al lavoro sulla mostra dei Longobardi al “Topolino Canova e la scintilla poetica”, che sarà in edicola il 1° maggio), avvalendosi della creatività di note firme del settore, come Blasco Pisapia, Valentina Moscon e gli autori della Scuola di Comix. Tutti questi lavori saranno presentati a “Napoli Città Libro”.

Inoltre, nel viaggio letterario del Museo non potranno mancare, naturalmente, il liber amicorum “Per il MANN. Consiglio di pellegrinaggio │ Necessario”, che lo scrittore Erri De Luca ha dedicato, grazie alla sinergia con Obvia, ad una moderna e sentimentale scoperta dell’Archeologico, così come gli scatti artistici con cui il fotografo Luigi Spina ha immortalato i capolavori della nostra collezione museale.

Tre sono le collane editoriali del Museo, destinate agli esperti della cultura classica (e non solo). In primis,Valorizzazione dei beni culturali, nel cui ambito è stato pubblicato lo scorso dicembre il volume Archeologia ferita. Lotta al traffico illecito e alla distruzione dei beni culturali, che raccoglie gli atti del convegno internazionale organizzato dal MANN in collaborazione con l’Università degli Studi di Napoli “Federico II”. Di seguito, la collana Le archeologie.

Storie, ricerche e metodi, che presenta un’impostazione multidisciplinare per realizzare una generale revisione crono-tipologica e contestuale delle principali collezioni del Museo (di recente è stato edito il volume “Longobardi. Un passato declinato al futuro”, dedicato agli studi realizzati in occasione della mostra in programma all’Archeologico da dicembre 2017 ad aprile 2018).

Ed infine, i Quaderni del MANN (primo lavoro pubblicato: “Mito e natura”), che è un ciclo di carattere divulgativo per illustrare i risultati di progetti scientifici specifici portati innanzi dal Museo. Tre aspetti diversi di un’unico progetto editoriale, che vuole approfondire e valorizzare ancora una volta l’enorme patrimonio culturale e archeologico di cui siamo orgogliosi, attraverso la conoscenza sensore più attenta e approfondita del lavoro certosino e preziosissimo di uno dei music più importanti del Mezzogiorno.

Tutti i progetti editoriali citati, inoltre, saranno presentati al Salone del libro in un bookreel, realizzato con la regia di Carlo Montanari e con le musiche di Antonio Fresa; ai primi cento partecipanti all’incontro di venerdì 5 aprile saranno date altrettante copie gratuite del libro “Delitti al Museo”.