A Benevento l’hub della pizza surgelata. Intervento di De Luca

0
550

Presentato a Benevento l’hub internazionale di della pizza surgelata. Un investimento di cinquanta milioni di euro e circa 150 posti di lavoro entro il 2020.

La mozzarella è campana e mi dispiace per gli amici pugliesi che non possono andare oltre la burrata“. Lo ha detto il governatore della Campania, Vincenzo De Luca, intervenendo con il ministro Claudio de Vincenti, alla presentazione della nuova linea di produzione della Buitoni, del gruppo Nestlè, che produrrà a Benevento la pizza surgelata da esportare nel mondo. pizzaUn investimento di cinquanta milioni di euro con il contributo di Regione, Ministero dello Sviluppo Economico- attraverso Invitalia. Circa 150 posti di lavoro entro il 2020 per una fabbrica 4.0 che porterà a produrre 350 pizze al minuto. Sono alcune delle cifre dell’hub internazionale di Nestlé.
Il progetto ambizioso, prevede tre linee di produzioni, tecnologie avanzate, magazzini a temperatura controllata. ” Un punto di eccellenza- ha spiegato il capo mercato del gruppo Nestlé Leo Wencel:”Siamo orgogliosi di aver investito sull’ Italia oltre 200 milioni nel triennio”. Orgoglioso del progetto anche Massimo Ferro direttore Corporate Strategy del Gruppo Nestlé Italia. “Puntiamo alla qualità della produzione, per questo il processo di surgelazione è stato pensato per preservate la qualità della pizza appena uscita dal forno”.
pizza“Un’opportunità unica per uscire dall’angolo” secondo il presidente di Confindustria Benevento Filippo Liverini, che striglia le istituzioni presenti, definendo “allarmanti” i dati sulla disoccupazione giovanile, ribadendo la così necessità di provvedere finalmente alla costruzione di infrastrutture necessarie per lo sviluppo del territorio e delle aziende locali.
Di disoccupazione ha parlato anche il sindaco Mastella: “Il piano di sviluppo Nestlé è un’occasione per i nostri giovani che vivono il dramma della disoccupazione, ringrazio Nestlé per questa opportunità”.
E di sviluppo ha parlato anche il Ministro De Vincenti:” Con questo investimento Nestlé conferma che il Sud è terra di investimenti, è esattamente il tipo di crescita che il Governo si è impegnato a promuovere e sostenere per la Campania”. Secondo l’amministratore delegato di Invitalia Domenico Arcuri, questo si tratta di un programma che “dimostra l’efficacia dei contratti di sviluppo utili alla crescita del mezzogiorno e l’attrazione di investimenti all’estero”.
Deciso e fermo l’intervento del Governatore della Regione Campania Vincenzo De Luca che invita i numeri uno di Nestlé a preferire per la produzione della pizza, i prodotti campani. “Oggi- ha detto- è una bella giornata, per noi, per tutta la Campania. Non è stato facile per la Regione investire milioni in qualcosa i cui frutti saranno visibili solo  tra un paio di anni ma abbiamo avuto il coraggio di farlo per il bene di questa terra”.
E di finanziamenti regionali in questi giorni hanno parlato anche gli imprenditori sanniti in ginocchio dopo l’alluvione del 15 ottobre 2015. Sugli aiuti alle aziende distrutte De Luca ha precisato: “Abbiamo pubblicato un bando per aiutare le imprese a rilanciare la propria attività. I primi 20 milioni siamo pronti a stanziarli altri 50 se avremo domande in eccesso. Molte di queste imprese rientrano nei contratti di sviluppo che la Regione finanzia con Invitalia, il 70% dunque sono a fondo perduto”. “Colgo l’occasione – ha poi concluso De Luca – per invitare i vertici della Nestlè ad utilizzare per la produzione della pizza da esportare nel mondo i nostri prodotti di eccellenza, quali, appunto, mozzarella, olio e pasta“.