mercoledì, Gennaio 20, 2021

Una nuova cucina per i bambini del reparto di Oncologia Pediatrica del Policlinico Vanvitelli

- Advertisement -

Notizie più lette

Una nuova cucina per i bambini del reparto di Oncologia Pediatrica del Policlinico Vanvitelli
Maria Sordinohttps://www.2anews.it
Maria Sordino - cura la pagina della sanità, sociale, attualità, è laureata in Scienze Biologiche, scrittrice.
- Advertisement -

Policlinico Vanvitelli. Una nuova cucina per le mamme dei bambini della Oncoematologia pediatrica. Il dono porta la firma del Principe Don Pedro di Borbone delle Due Sicilie

Una nuova cucina per i bambini del reparto di Oncologia Pediatrica del Policlinico Vanvitelli
Cucina pedriatrica

Consegnata la nuova cucina per le mamme dei bambini ricoverati nel Reparto di Ematologia e Oncologia Pediatrica dell’Azienda Ospedaliera Universitaria  “Luigi Vanvitelli”.
E’ stata montata all’interno del Reparto (diretto dal professore Silverio Perrotta), nell’area destinata ai familiari dei piccoli pazienti, con lo scopo, tra gli altri, di  favorire la relazione tra gli stessi genitori, e rendere la permanenza ospedaliera meno difficile.

Il dono porta la firma del Principe Don Pedro di Borbone delle Due Sicilie, Duca di Calabria, Conte di Caserta, che ha sposato il progetto dell’Agop (Associazione Genitori Oncologia Pediatrica, presieduta da Ciro Ruggiero), l’associazione impegnata a facilitare la degenza dei piccoli, dei loro genitori, creando un ambiente quanto più possibile accogliente e familiare. La cucina, così, diventa lo spazio che favorisce la relazione d’aiuto tra genitori attraverso la condivisione di ansie e paure.

Porre il paziente al centro delle cure è priorità di tutti gli ospedali e il Policlinico “Vanvitelli” (diretto da Antonio Giordano) persegue questo solco con i fatti. Il Dipartimento “Materno Infantile” (diretto dal professore Emanuele Miraglia del Giudice) declina, in tutte le sue forme, il concetto di umanizzazione delle cure: dall’architettura dei locali, passando per le sale d’attesa colorate, agli spazi ludici. Contesti rispettosi del momento assistenziale ma capaci di regalare, necessariamente, un sorriso.

- Advertisement -
- Advertisement -
- Advertisement -

Ultime Notizie