martedì, Ottobre 4, 2022

Una email per la sicurezza: “Strade sicure“ va potenziata a Napoli e non ridimensionata

- Advertisement -

Notizie più lette

Redazione
Redazionehttp://www.2anews.it
2Anews è un magazine online di informazione Alternativa e Autonoma, di promozione sociale attivo sull’intero territorio campano e nazionale. Ideato e curato da Antonella Amato, giornalista professionista. Il magazine è una testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Napoli n.67 del 20/12/2016.

Operazione “Strade Sicure”: “La nostra municipalità negli ultimi mesi ha avuto una recrudescenza con alcuni omicidi avvenuti soprattutto a Fuorigrotta, sarebbe opportuno se non necessario un potenziamento di detti presidi invece di ridimensionare la presenza dei militari”.

Nel riassetto previsto dell’operazione “Strade sicure“ da parte del Ministero dell’Interno è prevista la riduzione di 1400 militari (da 7400 a 6000) .
“Stentiamo a credere che si possa ridurre – dichiara il Gruppo Consiliare di Europa Verde alla X Municipalità con i consiglieri Laura Carcavallo e Salvatore Orga la presenza dei militari a presidio dei punti nevralgici di Napoli, le attività criminali sono in piena operatività, il deterrente della presenza dei militari non può essere soppiantato da un allentamento della sorveglianza che darebbe maggiore libertà di azione ai gruppi criminali presenti in città. La nostra municipalità negli ultimi mesi ha avuto una recrudescenza con alcuni omicidi avvenuti soprattutto a Fuorigrotta, è in atto una guerra tra bande per il controllo del territorio, ed anzi sarebbe opportuno un potenziamento di detti presidi“.
Apprendendo tali decisioni dagli organi di stampa – afferma Roberto Russo di Europa Verdela cittadinanza è sconcertata da tali provvedimenti che vanno nella direzione di minore sicurezza. A tal proposito sarebbe opportuno una campagna di email da indirizzare al Ministero dell’Interno da parte dei cittadini dove si chiederebbe di rivedere la decisione di ridurre la presenza dei militari e chiederne  un potenziamento“.
La sicurezza è bene primario di una società civile – sottolinea Mirella DiDio dirigente di Europa Verde Napolied una città come Napoli che cerca di far decollare il turismo,  ha bisogno sempre di maggiori certezze. Per attirare i turisti che sono spaventati dai luoghi comuni imperanti sulla nostra città,  sono favorevole ad inviare email al Ministero“.
- Advertisement -
- Advertisement -
- Advertisement -
- Advertisement -spot_imgspot_imgspot_img

Ultime Notizie