Case vacanza inesistenti sulla Riviera romagnola, denunciato napoletano

140
Case vacanza inesistenti sulla Riviera romagnola, denunciato napoletano

Un 26enne di Melito aveva messo su un giro d’affari di svariate migliaia di euro, fittando inesistenti case vacanza sulla Riviera romagnola: decine le truffe messe a segno.

Case vacanza nelle piu’ belle localita’ della Riviera Romagnola a prezzi stracciati – 500 euro per i mesi di giugno, luglio e agosto – ma disponibili solo nella foto del sito annunci: quando il cliente versava la caparra di 200 euro, sparivano i contatti con il locatario. Decine le truffe messe a segno in pochi mesi, con vittime in varie parti d’Italia, per un giro d’affari di svariate migliaia di euro.

La denuncia e le indagini

L’autore del raggiro, un napoletano di 26 anni, pregiudicato, originario di Melito di Napoli – e’ stato denunciato dai carabinieri di Montecchio Emilia, nel reggiano, che hanno scoperto la truffa grazie alla denuncia di una donna di 55 anni, reggiana, che aveva cercato di affittare una casa a Cervia per il figlio e per alcuni suoi amici. Le indagini hanno evidenziato sulla carta prepagata del truffatore napoletano – che si avvaleva della complicita’ di una donna – una lunga serie di versamenti di caparre, che ne avevano fatto salire il saldo.