Ancora incendi sul Vesuvio: turisti e residenti bloccati

1013

Il Vesuvio brucia ancora. Le temperature e la siccità non aiutano. La gravità della situazione ha portato alla chiusura delle vie d’accesso.

vesuviodi Luigi Maria Mormone – Non conosce purtroppo sosta l’emergenza incendi sul Vesuvio, dopo i roghi che nei giorni scorsi hanno danneggiato vaste aree tra Ercolano e Torre del Greco. Almeno cinque i focolai attivi questa mattina, di cui i due principali sul versante di Torre del Greco e all’altezza della sede dell’Osservatorio vesuviano. Le fiamme divampano nella Valle delle Delizie ad Ottaviano, in via Vesuvio ad Ercolano già danneggiata da incendi nei giorni scorsi, nella zona a valle di Cappella Bianchini a Torre del Greco.
Stanno operando carabinieri forestali, vigili del fuoco, protezione civile e personale dell’antincendio boschivo della Sma Campania oltre a squadre di volontari. Un aiuto è dato da un Canadair e da un elicottero. La gravità della situazione ha anche portato alla chiusura delle vie d’ accesso, bloccando così turisti e residenti di quelle zone, sempre più esasperati dalla situazione. Due ristoranti e alcune abitazioni evacuate a scopo precauzionale, un Canadair e due elicotteri in azione sulla zona. È la situazione che si registra al momento nella zona di via Resina Nuova, parte alta della città di Torre del Greco, interessata da un vasto incendio che ha colpito l’area del Vesuvio. Sul posto anche uomini di terra di vigili del fuoco, protezione civile, Forestale e volontari che lavorano incessantemente per contenere le fiamme che hanno invaso la zona, con un fumo denso visibile da tutto il Golfo di Napoli. In arrivo un altro Canadair. Purtroppo gli incendi sono di natura dolosa e si spera nelle prossime ore di domare le fiamme e ridurre al minimo i danni.