Ambiente, gli studenti di tutto il mondo scioperano per il clima

98

Ambiente, oggi scendono in piazza i ragazzi di tutto il mondo per chiedere ai governi un impegno concreto contro i cambiamenti climatici. 

Per salvare il clima, migliaia di studenti, in 90 paesi e 1.325 città, parteciperanno oggi alle manifestazioni dell’Earth Strike. È attesa una grande adesione in Germania, Belgio, Svizzera, Stati Uniti, Australia, Francia, Gran Bretagna, Paesi Bassi e Italia.

Il movimento è nato lo scorso agosto grazie a Greta Thunberg. Greta è una studentessa svedese di 16 anni, che  ha dato il via alle sue proteste solitarie, saltando la scuola il venerdì, dopo un periodo di caldo record in Svezia. Tutti i giorni andava a protestare silenziosamente, a favore dell’ambiente, davanti al Parlamento di Stoccolma.

Ambiente, gli studenti di tutto il mondo scioperano per il clima

Da quando le sue proteste sono iniziate, molte migliaia di studenti si sono uniti a lei nel chiedere più azione a favore dell’ambiente.

Greta Thunberg, che nel profilo Twitter ha 235mila follower, mentre la sua pagina Facebook è seguita da oltre 270mila, è il simbolo mondiale di quello che è diventato un movimento studentesco mondiale, ma a cui aderiscono anche gli adulti e, fra questi, oltre tremila scienziati. Al movimento dei #FridaysForFuture hanno dato la loro adesione anche 12mila ricercatori.

Una ragazza coraggiosa che, a dicembre scorso, alla Conferenza dell’Onu sul clima a Katowice, in Polonia, ha rimproverato i leader mondiali di “comportarsi come bambini irresponsabili, non abbastanza maturi da dire le cose come stanno”, e da lì ha invitato tutti i ragazzi del mondo a mobilitarsi personalmente per questa causa. 

Viaggiando sempre in treno, perché gli aerei inquinano troppo, Greta ha girato da Parigi a Berlino ad Amburgo ed altre città europee, per sfilare in strada con altri studenti nello sciopero della scuola. Ha definito una serie di regole per manifestare: no a violenza, incidenti, rifiuti, profitti, odio, ridurre al minimo la propria impronta di carbonio e fare sempre riferimento alla scienza.

foto Parchi da Amare