venerdì, Febbraio 23, 2024

Nuovo Ciak per la trattoria pizzeria “Ieri, Oggi, Domani” che rinnova locale e menu

- Advertisement -

Notizie più lette

Redazione
Redazionehttp://www.2anews.it
2Anews è un magazine online di informazione Alternativa e Autonoma, di promozione sociale attivo sull’intero territorio campano e nazionale. Ideato e curato da Antonella Amato, giornalista professionista. Il magazine è una testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Napoli n.67 del 20/12/2016.

Nuovo Ciak per la trattoria pizzeria “Ieri, Oggi, Domani” che, sempre nel segno dei grandi personaggi del neorealismo cinematografico italiano, ha ridato nuova luce allo storicizzato locale di via Nazionale a Napoli puntando su di un rinnovato look diviso tra il teatro e il cinema. Dopo sette anni dall’apertura, il ritrovo per buongustai guidato dal patron Pasquale Casillo, dopo essersi messo in luce per le sue prelibatezze capaci di conquistare i napoletani e ammaliare i turisti provenienti da tutto il mondo, ha deciso di rinnovare i suoi ambienti con gli interventi dell’ architetto Domenico Moccia e la collaborazione del lighting designer Filippo Cannata.

Ancora, memore della tradizione culinaria partenopea, il locale ha pensato di dare una nuova spinta innovativa al suo menu grazie allo chef di casa Antonio Castellano che potrà d’ora in avanti contare sulla consulenza dello chef Stella Michelin, Peppe Guida. Lo stesso che pronto nell’offrire il suo straordinario estro per le specialità di “Ieri Oggi Domani” porterà in via Nazionale alcuni dei piatti più rappresentativi del suo ristorante “Nonna Rosa” di Vico Equense.

Sempre la Stella di Peppe Guida illuminerà anche il menu delle pizze con alcune novità che affiancheranno le tipiche bontà del maestro pizzaiolo Gaetano Quintano. Tra queste pizze come come “Una Cosacca a Vico Equense”, “La Margherita di Peppe Guida”, “Il Sole di Paestum” e “Il Ripieno di Nonna Rosa”.

Affollata da tantissimi personaggi legati al food, al jet set e al giornalismo, la serata inaugurale curata dal responsabile del restyling e consulente Maurizio Cortese della ”Cortese Way”, ha registrato tra gli altri autorevoli ospiti della carta stampata, la presenza di Santa Di Salvo, Luciano Pignataro, Guido Barendson, Francesco De Luca, Maria Bertone, Ugo Clemente, Carlo Tarallo, Antonella Amodio, Adele Elisabetta Granieri, Anna Orlando e Angelo Cerulo, ai quali si è aggiunto il giornalista Giuseppe Giorgio, responsabile dell’ufficio stampa del famoso locale. Ancora tra i presenti, il Direttore Generale Istituto Zooprofilattico Sperimentale del Mezzogiorno, Antonio Limone e lo chef stella Michelin Peppe Aversa.

Con le note del maestro Sebastiano Mammana al pianoforte, e le cure della direttrice di sala Emanuela Coppola e del figlio d’arte, Giovanni Casillo, durante la cena con i piatti di Castellano e Guida (tra cui un “tonnetto tonnato, alghe, e giardiniera della nonna”, un “battuto di Chianina, uovo fritto, funghi e tartufo e fonduta di caciocavallo”, le “candele alla genovese” e la “braciola di annecchia al ragù”) sono stati serviti, tra gli altri, i vini Falanghina e Piedirosso di Raffaele Moccia della cantina cittadina “Agnanum” e quelli della Fattoria “La Rivolta” di Paolo Cotroneo.

A chiudere il tutto il “babà” di Tizzano, la “zuppa inglese” proveniente dall’Istituto Penale per i Minorenni di Nisida”, e la gustosissima e raffinata torta di Paola.

- Advertisement -
- Advertisement -
- Advertisement -

Ultime Notizie