venerdì, Ottobre 22, 2021

Trasporti, De Gregorio (EAV): “Differenziare orari di apertura uffici e negozi”

- Advertisement -

Notizie più lette

Luigi Maria Mormonehttps://www.2anews.it
Luigi Maria Mormone, cura la pagina di cronaca su Napoli e provincia, attualità e sport (pallanuoto, basket, volley, calcio femminile ecc.), laureato in Filologia Moderna, giornalista.

Umberto De Gregorio: il presidente Eav sottolinea a Radio CRC la necessità di differenziare gli orari di apertura degli uffici e dei negozi.

Sono critico perché stiamo vivendo una situazione paradossale. Le scuole sono aperte ma i ragazzi non vanno e non si capiscono i motivi della protesta. Chi vuole la dad, chi vuole più sicurezza e molte famiglie si lamentano”. Lo ha dichiarato il presidente Eav Umberto De Gregorio intervenendo nella trasmissione Barba&Capelli condotta da Corrado Gabriele su Radio Crc Targato Italia e in onda dal lunedì al venerdì dalle 7 alle 9.

De Gregorio ha fatto il punto della situazione: “I bus che abbiamo messo stanno viaggiando a vuoto e questo può dipendere dal fatto che gli studenti non vanno a scuola o da un difetto di comunicazione. Per tale motivo in prefettura si è detto di non modificare il piano. Il prefetto aveva rivolto un invito a differenziare gli orari di ingresso negli uffici pubblici e privati ma ciò non è avvenuto. La scuola determina una presenza sui mezzi del 10-12%. Se poi aprono i negozi, tutti vanno al lavoro alle 8 del mattino ed è normale che poi con il 50% dei bus in strada i mezzi sono affollati. Rilevo che c’è una criticità e gli studenti sono solo una parte”.

Il dirigente di Eav spiega anche perché le metro sono affollate a differenza dei bus: “I ragazzi prendono la cumana o la metro perché in 20 minuti stanno in centro, non prendono i bus. A questo si aggiunge la chiusura della Galleria Vittoria, si impiega un’ora dal lungomare a piazza Municipio. Le aziende di trasporto sono in difficoltà sul piano finanziario ma ci sono risorse nazionali con cui si può decidere che fare con i sindaci”.

Infine, De Gregorio lancia una proposta all’assessore comunale Gaudini: “Sarebbe importante a Napoli una differenziazione degli orari degli uffici. Dalle periferie arrivano tutti alle 8 del mattino nel centro cittadino. Mi preoccuperei delle attività commerciali e dei negozi: se lì ci fosse un’ordinanza di apertura alle 11 o alle 12 avremmo risolto il problema in gran parte. Con l’apertura contemporanea avremo inevitabilmente una situazione di caos”.

- Advertisement -
- Advertisement -
- Advertisement -
- Advertisement -spot_imgspot_imgspot_img

Ultime Notizie