18-09-20 | 10:20

Torre Annunziata, torna il Presepe Vivente di ‘O Pazziariello

Eventi Torre Annunziata, torna il Presepe Vivente di ‘O Pazziariello
- Advertisement -

Notizie più lette

Ampio successo per il Napoli Carpisa Yamamay Calcio Femminile

Torna al successo il Napoli Carpisa Yamamay Calcio Femminile. Battuto 4-0 il Nebrodi, riparte la corsa al quarto posto. Torna al successo il Napoli Carpisa...

Caivano, 17enne muore in piscina mentre si allena

Il mondo del nuoto è sotto choc. Mario Riccio era tesserato con la società Acquachiara di Pomigliano D'Arco. Franco Porzio: "Una tragedia immane". Mario Riccio,...

Coronavirus, Santobono: Morta bambina di 8 anni affetta da leucemia

Ospedale Santobono: I medici sono in attesa di fare il tampone per verificare il sospetto contagio da coronavirus per ora non confermato. I familiari...

Torino, la moglie lo allontana: lui va in auto e si dà fuoco

Ultime notizie di cronaca italiana. Dopo aver litigato con la moglie si è rinchiuso nella sua auto e ha appiccato le fiamme alla vettura. La...
Luigi Maria Mormonehttp://www.2anews.it
Luigi Maria Mormone, cura la pagina di cronaca su Napoli e provincia, attualità e sport (pallanuoto, basket, volley, calcio femminile ecc.), laureato in Filologia Moderna, giornalista pubblicista.

Il gruppo folk ‘O Pazziariello ha organizzato a Torre Annunziata la XX edizione del Presepe Vivente Folklorico.

Il Presepe Vivente Folklorico quest’anno giunge alla sua XX edizione. E’ uno spettacolo natalizio in cui viene rappresentata la giornata a cavallo tra il 24 e 25 Dicembre su un presepe napoletano ottocentesco. ATTRAVERSO CANTI, BALLI E BRANI RECITATI, il Pazziariello, tipico banditore napoletano, accompagna lo spettatore in un viaggio emozionale attraverso gli antichi mestieri campani oggi scomparsi. Assistendo alla rappresentazione del Presepe Napoletano Vivente Folklorico si fa un tuffo rigeneratore nel passato di fanciullo. Si viene catturati pienamente corpo e animo dalla rievocazione della Natività che attiva cuore e immaginazione. La magica atmosfera di un verismo popolare, la coralità dei canti eredità di un popolo affratellato dalla povertà ma sorretto dalla speranza di un cambiamento e di una vita migliore; il ricordo degli antichi mestieri suscitato dal racconto del Pazziariello; suscitano emozioni, ricordi e brividi. La rappresentazione del Presepe è realmente vivente.Torre Annunziata, torna il Presepe Vivente di ‘O Pazziariello I figuranti in costume d’epoca non sono immobili nella loro fissità ma attori mimi, cantanti e ballerini. I “pastori” si muovono scenicamente come in un paesaggio vero, in un tessuto architettonico di un paesino di campagna. L’atmosfera è reale ed ogni spettatore percepisce di essere al centro della scena e di far parte di quel mondo che viene rappresentato e che non c’è più. Si recuperano voci, suoni, atteggiamenti patrimonio culturale di un grande popolo. Le luci si abbassano, il buio abbraccia la terra. La grotta della Natività, ad un certo punto, appare come per magia. E’ la magia del Natale e della nascita del Bambinello nella grotta di Betlemme. Una luce folgorante ed un coro di angeli annunciano la venuta del Redentore. Il popolo partecipa in corpo e spirito al lieto evento e canta l’inno dell’alleluia e della pace in terra a tutti gli uomini. Il ricavato è devoluto ai due villaggi africani con il quale il Santuario dello Spirito Santo è gemellato. La rappresentazione coinvolge tutte le fasce d’età ed è adatta a tutta la famiglia. Il pubblico è comodamente seduto nei banchi dell’ottocentesco Santuario dello Spirito Santo di Torre Annunziata. Ciò che lo rende UNICO è che la rappresentazione si svolge su una struttura a DUE PIANI che occupa l’intero braccio destro del transetto e riproduce la tipica struttura del presepe napoletano dell’Ottocento. I GIORNI DELLA RAPPRESENTAZIONE DEL PRESEPE VIVENTE SONO 27-28-29 DICEMBRE; 3-4-5-GENNAIO alle ore 19:15 presso il Santuario diocesano dello Spirito Santo a Torre Annunziata (NA). Ulteriori giorni ed orari sono concordabili. La rappresentazione è comprensibile anche per un pubblico non partenopeo; già dagli scorsi anni, inoltre, le sue parti salienti sono state tradotte in inglese, tedesco, francese, russo ed ucraino. Guarda le foto sul sito internet: opazziariello.jimdo.com. Contatti: Michele Scognamiglio 3475758369 081/8621670 michelesco2006@libero.it

- Advertisement -

Ultime Notizie

Covid 19 in Campania: ancora presenti contagi connessi alle vacanze

Covid 19: nell’ultimo bollettino sono presenti 21 casi “di rientro o connessi a precedenti positivi da rientro”. Vaia (ospedale Spallanzani di Roma) sulla situazione...

Summer Concert 2020, itinerari musicali in Terra di Lavoro

In programma per il 20 settembre 2020 il concerto "PER-DUO" con PAOLA VOLPE & LILIANA BERNARDI a Casanova di Carinola (CE), presso il  Convento...

Guida stasera in tv venerdì 18 settembre: “Casper” su Sky Family

Ecco la guida dei film in onda sui principali canali in prima serata venerdì 18 settembre. Scopri cosa sarà trasmesso in anticipo stasera in...

Una raccolta di poesie per il primo libro della cantante lirica Maria Pia Garofalo

Il 27 settembre, sarà presentato ad Agropoli la raccolta di poesie "Sogno" della cantante lirica Maria Pia Garofalo. Dopo il recente successo nella chiesa di...

Comune di Napoli: annullale le multe ZTL emesse nelle zone pedonalizzate

L’amministrazione comunale ha deciso di annullare tutte le multe emesse nelle zone in cui nelle scorse settimane si è passati da ztl a pedonalizzazione. Luigi...