sabato, Giugno 22, 2024

Terremoto Campi Flegrei, il Sindaco Manfredi: “No a falsi allarmismi ascoltiamo gli esperti”

- Advertisement -

Notizie più lette

Redazione
Redazionehttp://www.2anews.it
2Anews è un magazine online di informazione Alternativa e Autonoma, di promozione sociale attivo sull’intero territorio campano e nazionale. Ideato e curato da Antonella Amato, giornalista professionista. Il magazine è una testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Napoli n.67 del 20/12/2016.

Terremoto Campi Flegrei, oggi il punto stampa col Sindaco Manfredi che ha risposto alle domande illustrando con l’assessore Cosenza la situazione attuale del fenomeno Bradisismo. Qui il link per rivedere la conferenza stampa.

Mauro De Vito, INGV: “Lo sciame di ieri sera sta scemando, le scosse sono più lievi, ma la deformazione della crosta sta continuando, il sollevamento del suolo procede, a velocità costante. Dunque il fenomeno non è finito ed è ragionevole aspettarsi nuove scosse, anche forti”.

Oggi, alle ore 11.30, in Sala Giunta, punto stampa del Sindaco di Napoli Gaetano Manfredi sulla situazione in città a seguito dello sciame sismico, in corso dal pomeriggio di ieri, nella zona dei Campi Flegrei.

A Pozzuoli la Protezione Civile e i Vigili del Fuoco hanno sgomberato due palazzi, per le verifiche dopo il terremoto di magnitudo 4.4. Sono 15 nel complesso le famiglie evacuate, al momento: 9 nuclei in via Dante Alighieri e 6 nuclei in via Artiaco. Un terzo edificio è stato sgomberato dalla Protezione Civile in via Solfatara, nella parte alta della città.

Il direttore dell’Osservatorio Vesuviano dell’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia Mauro di Vito ha rilasciato alcune dichiarazioni dopo una riunione con la Protezione civile e con i sindaci dell’area flegrea, per fare il punto della situazione.

“Con questo tasso di sollevamento del suolo dobbiamo aspettarci altri terremoti simili a questi per intensità, e anche più forti ma non superiori ad una magnitudo di 5.0. Quello che possiamo dire in questo momento è che lo sciame di ieri sera sta scemando, le scosse sono più lievi, ma la deformazione della crosta sta continuando, il sollevamento del suolo procede, a velocità costante. Dunque il fenomeno non è finito ed è ragionevole aspettarsi nuove scosse, anche forti”.

“Confronto costante con le ististuzioni, stiamo implementando la rete di monitoraggio in aree finora meno trascurate. Al momento stiamo pianificando ulteriori controlli alla staticità degli edifici dopo le scosse di ieri e si sta valutando l’implementazione delle tendopoli già create per ospitare le persone che hanno deciso di lasciare la propria abitazione o sono state evacuate in via precauzionale”.

Per rivedere la conferenza trasmessa in diretta streaming 

 

- Advertisement -
- Advertisement -
- Advertisement -

Ultime Notizie