venerdì, Marzo 1, 2024

Tennis, la Fit punta su Bagnoli: “Qui il centro tecnico federale”

- Advertisement -

Notizie più lette

Redazione
Redazionehttp://www.2anews.it
2Anews è un magazine online di informazione Alternativa e Autonoma, di promozione sociale attivo sull’intero territorio campano e nazionale. Ideato e curato da Antonella Amato, giornalista professionista. Il magazine è una testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Napoli n.67 del 20/12/2016.

L’annuncio del presidente della Fit Angelo Binaghi: “Dovrò incontrare il sindaco ma ci sono tutte le condizioni per fare il centro tecnico federale del tennis e del padel nell’area di Bagnoli”.

Dopo la vittoria della coppa Davis, per il tennis italiano si aprono grandi orizzonti, come confermato dal presidente della Fit Angelo Binaghi, cagliaritano ma con l’anima da napoletano. È lui stesso a confermarlo, come riportato dal ‘Corriere del Mezzogiorno’: “Ho esultato da napoletano su un passante di Arnaldi. Non mi sono più di tanto scatenato nella partita tra Sinner e De Minaur visto che l’ultimo set l’ha vinto agevolmente. Sono stato più napoletano nell’esultanza sul passante vincente di Arnaldi nel primo incontro della finale con l’Australia”.

“Il tennis italiano – ha proseguito – cresce più di qualsiasi altro sport in Italia e questo è un ulteriore spinta perché diventi sempre più popolare. Eravamo 120mila tesserati e quest’anno, a ieri, ne abbiamo circa 700mila. Siamo passati da un indotto di 10 milioni di euro a 170 milioni di euro e oggi abbiamo lo stesso bilancio del calcio che ha circa un milione di tesserati. In futuro puntiamo a essere il primo sport italiano”.

E poi un importante annuncio che riguarda proprio Napoli e, in particolare, Bagnoli. “Noi – si legge sul Corrmezz – abbiamo deliberato negli ultimi consigli federali, dovrò incontrare il sindaco ma ci sono tutte le condizioni per fare il centro tecnico federale del tennis e del padel nell’area di Bagnoli. Nei prossimi mesi verificheremo la fattibilità dell’area, si aspettava soltanto il benestare del consiglio federale. Credo che Napoli abbia tutta l’intenzione di fare un torneo nell’ambito del circuito ATP oltre che del challenger, è difficile trovare licenze permanenti ma la voglia e l’ambizione della città campana è sicuramente altissima”.

- Advertisement -
- Advertisement -
- Advertisement -

Ultime Notizie