sabato, Dicembre 10, 2022

Strage di Nizza, arrestato a Sparanise il complice dell’attentatore: gli fornì le armi (IL NOME)

- Advertisement -

Notizie più lette

Luigi Maria Mormone
Luigi Maria Mormonehttps://www.2anews.it
Luigi Maria Mormone, cura la pagina di cronaca su Napoli e provincia, attualità e sport (pallanuoto, basket, volley, calcio femminile ecc.), laureato in Filologia Moderna, giornalista.

Cronaca di Caserta: arrestato un 28enne accusato di aver fornito armi al terrorista Mohamed Lahouaiej-Bouhlel (che il 14 luglio 2016 a Nizza uccise 86 persone e ne ferì altre 302 alla guida di un tir lanciato a tutta velocità).

D’intesa con il Procuratore della Repubblica di Napoli, ieri sera mercoledì 21 aprile, nell’ambito di indagini coordinate dalla Procura della Repubblica di Napoli, le Digos delle Questure di Napoli e Caserta, attivate dalla Direzione Centrale della Polizia di Prevenzione e con la collaborazione del Compartimento della Polizia Postale e delle Comunicazioni della Campania, hanno catturato Endri Elezi, 28enne cittadino albanese colpito da Mandato d’Arresto Europeo emesso dalle autorità francesi poiché ritenuto responsabile di aver fornito armi a Mohamed Mohamed Lahouaiej-Bouhlel, autore dell’attentato terroristico commesso a Nizza il 14 luglio 2016.

L’uomo è stato localizzato a Sparanise (Caserta), sviluppando informazioni trasmesse dalla suddetta Direzione Centrale e dalla Direzione Centrale della Polizia Criminale.

La strage di Nizza avvenne il 14 luglio 2016, quando un uomo di 31 anni con doppia nazionalità francese e tunisina, Mohamed Lahouaiej-Bouhlel, alla guida di un autocarro a tutta velocità investì volontariamente la folla che assisteva ai festeggiamenti pubblici in occasione della festa nazionale francese nei pressi della promenade des Anglais: il tragico bilancio fu di 86 morti e 302 feriti.

- Advertisement -
- Advertisement -
- Advertisement -

Ultime Notizie