‘Sos acne’, nuove cure e assistenza per la malattia cronica

679
'Sos acne', nuove cure e assistenza per la malattia cronica

All’IDI dal 16 ottobre si attiva un centro specialistico con team medici dedicato all’Acne.

L’Istituto Dermopatico dell’Immacolata (IDI) apre un nuovo centro dedicato all’acne. Il fenomeno che colpisce in genere gli adolescenti è, in realtà, una vera e propria malattia cronica della pelle, che interessa anche soggetti in età avanzata.

'Sos acne', nuove cure e assistenza per la malattia cronica

Per questo l’IDI, implementando il progetto di rilancio e specializzazione di nuovi servizi ai cittadini voluto dal presidente Antonio Maria Leozappa, da martedì 16 ottobre attiva un ambulatorio dedicato, “SOS Acne”, in cui saranno coinvolte le diverse professionalità mediche e scientifiche dell’Ospedale romano.

La malattia, che molto spesso crea forti disagi sociali nei giovani e giovanissimi, è rappresentata nei numeri che vedono il fenomeno in aumento. Alle strutture dell’IDI, negli ultimi 30 mesi, sono state effettuate circa 10mila visite. Quest’anno il trend è in crescita rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso, con 1750 pazienti.

'Sos acne', nuove cure e assistenza per la malattia cronicaUna buona parte, poco più del 30% del totale, è costituito da giovani che si rivolgono all’IDI per problematiche varie, ma circa il 10%  a pazienti nella fascia 40-45 anni. Negli ultimi anni, spiega il direttore sanitario di IDI Annarita Panebianco, “è emersa con sempre maggiore chiarezza la complessità di questa malattia.

Non solo i sintomi, ad esempio, bruciore, irritazione, ipersensibilità all’acqua, sono più intensi di quelli di altre malattie importanti quali il lichen sclerosus, la rosacea e le micosi cutanee, ma l’impatto dell’acne sulla sfera psicosociale è addirittura superiore a quello della psoriasi, della dermatite atopica e dell’orticaria. I pazienti che presentano queste problematiche  hanno depressione e hanno bisogno di sostegno psicologico ed indicazioni utili per cambiare stile di vita ed evitare di alimentare la malattia.

Vediamo che cos’è l’Acne

E’ una problematica della pelle dove il  il follicolo pilifero e la ghiandola ad esso associata produce sebo in eccesso,un  liquido grasso e untuoso che, se prodotto a dismisura, va ad intasare e infiammare i pori della pelle. L’acne compare soprattutto sul viso E anche sul collo, spalle e altre parti del corpo. Gli adolescenti sono i più colpiti dal problema ed in alcuni casi l’acne è molto forte e vistosa da creare disagi sociali e problemi psicologici. Le cause sono diverse ma spesso associate a sbalzi ormonali.

'Sos acne', nuove cure e assistenza per la malattia cronicaVi è poi una predisposizione genetica,  ovvero si tratta di una problematica che di frequente passa da madre (o padre) a figlia/o. C’è poi lo stress che incide sulla salute della pelle ed a volte la comparsa di brufoli e punti neri è dovuta al fatto che qualche batterio è riuscito ad attecchire nel tessuto dell’epidermide. In condizioni normali i microbi sono presenti sul nostro corpo, sui vestiti e su tutti gli oggetti della nostra vita.

In condizioni di normalità salutare, le nostre difese ne impediscono il proliferarsi. Invece in un individuo con un sistema immunitario un po’ più debole, i batteri possono colonizzare i pori della pelle favorendo infiammazioni ed Acne. Tra le cause sono da considerare anche l’inquinamento ambientale o creme o deodoranti che tendono ad otturare i pori e favorire la comparsa di brufoli.

Le tipologie di Acne

– L’ Acne giovanile, che compare nella fascia di età tra i 12-20 anni soprattutto sul viso e tende a scomparire da sola una volta finito il periodo dei cambiamenti ormonali.
– Acne tardiva che compare in età adulta, poco frequente. Colpisce soprattutto donne con i cambiamenti ormonali, uilizzo di creme sbagliate e troppo aggressive
Acne rosacea o couperose è invece una tipologia un po’ diversa con presenza di zone arrossate e capillari dilatati sotto pelle.  .