La dieta della frutta per disintossicare l’organismo prima dell’estate

137
La dieta della frutta per disintossicare l’organismo prima dell’estate

La dieta della frutta si basa sul consumo di diversi frutti per un apporto giornaliero totale di circa 1,5 kg, suddiviso in sei pasti. Vediamo le qualità della frutta per l’alimentazione.

Antiossidanti, vitamine e sali minerali: la frutta è un concentrato di benessere e un toccasana per la linea, tanto da aver ispirato menù e interi programmi alimentari per rimettersi in forma. Se la dieta della frutta originariamente era a base di pompelmo, negli anni si sono aggiunti altri frutti e alcune verdure, mantenendo però inalterato il potere drenante e detossinante di questa dieta ipocalorica. Vediamo come sfruttare al meglio le qualità della frutta per l’alimentazione.

Le proprietà della frutta

Gustosa e colorata, la frutta aiuta a combattere la ritenzione idrica e a depurarsi, con visibili effetti positivi sulla pelle e sui capelli, ma a beneficiarne è soprattutto il girovita. Oltre ad essere buona, la frutta è povera di calorie, per questo è indicata nelle diete dimagranti, tanto da averne ispirata una. La cosiddetta dieta della frutta si basa sul consumo di diversi frutti per un apporto giornaliero totale di circa 1,5 kg, suddiviso in sei pasti. Con questa dieta potrete gustare agrumi, fragole, ananas ma anche pesche e albicocche, tutti prodotti che si trovano praticamente ovunque grazie a grandi distributori di frutta fresca. Per esempio, l’ananas dei Fratelli Orsero viene commercializzato in tutta l’Europa mediterranea, favorisce la digestione e vanta proprietà diuretiche, antinfiammatorie e depurative. Arance, pompelmi e gli altri agrumi sono ricchi di vitamina C e di antiossidanti preziosi per contrastare i radicali liberi e per rafforzare il sistema immunitario. Le fragole vantano un potere sgonfiante, in quanto favoriscono la diuresi e la regolarità intestinale. Le pesche sono disintossicanti e tonificanti, mentre le albicocche sono energetiche e ricostituenti.La dieta della frutta per disintossicare l’organismo prima dell’estate

Esempio di menù giornaliero 

Un’idea per il primo giorno di dieta è partire con una colazione a base di agrumi, per esempio con una bella spremuta d’arancia; in alternativa potete gustare dei frutti rossi, ricchi di antiossidanti. Una coloratissima macedonia è quel che ci vuole per spezzare la giornata e rallegrare il pranzo. Potete prepararla tagliando mele, pere, kiwi, pesche noci e albicocche; non scordate qualche fragola e dei frutti rossi. Come spuntino di metà pomeriggio è perfetta una banana, ricca di potassio, o dei mandarini. A cena preparate un’insalata di frutta tropicale a base di ananas, papaya, mango e avocado, oppure cocco, che hanno un alto potere saziante e vi consentiranno di arrivare alla mattina successiva senza avvertire fame.

Precauzioni e avvertenze

Sebbene la frutta abbia molte qualità positive, una dieta che ne prevede il consumo esclusivo va seguita solo per un periodo limitato. Salvo diversa indicazione da parte di un medico, è consigliabile fare la dieta della frutta al massimo per tre giorni, ovvero il tempo che serve all’organismo per depurarsi dalle tossine e drenare i liquidi in eccesso, dando un’accelerata al metabolismo. Proprio perché ipocalorico e povero di grassi, un regime alimentare a base di sola frutta non è equilibrato per l’organismo, che non può rinunciare a lungo a nutrienti importanti come le proteine del pesce e delle carne. Infine, la dieta della frutta è sempre poco indicata in presenza di determinate patologie, come il diabete o la sindrome del colon irritabile.