Sequestro lidi ad Amalfi, provvedimenti non eseguiti: si spera in proroga

470
Sequestro lidi ad Amalfi, provvedimenti non eseguiti: si spera in proroga

Cronaca di Salerno: martedì 31 luglio ci sarà l’udienza di riesame dei provvedimenti di sequestro degli stabilimenti balneari di Amalfi.

I 4 provvedimenti di sequestro per altrettanti stabilimenti balneari di Amalfi (Stella Maris, Silver Moon, Mar di Cobalto e Marina Grande) non sono stati eseguiti. I provvedimenti (emessi dal gip di Salerno e notificati dagli uomini della Guardia Costiera di Amalfi e dai colleghi della sezione navale della Guardia di Finanza salernitana) erano scaturiti a causa della mancata rimozione delle strutture provvisorie. Di conseguenza le opere, su suolo demaniale, risulterebbero abusive oltre che difformi, in violazione delle concessioni demaniali. Ai gestori dei lidi era stato imposto il termine di una settimana per lo smontaggio definitivo.Amalfi, sequestrati quattro lidi: a rischio i posti di lavoro Tuttavia, almeno per il momento, non c’è stato il previsto sgombero degli stabilimenti balneari, che sono dunque aperti al pubblico. Se ne saprà di più martedì 31 luglio, data in cui è stata fissata l’udienza di riesame relativa al procedimento che interessa i quattro stabilimenti balneari amalfitani. Dalla Procura non si esclude l’ulteriore proroga dei termini (un’altra settimana), come richiesto di legali dei titolari dei lidi Stella Maris, Silver Moon, Mar di Cobalto e Marina Grande. Sarebbe una bella boccata d’ossigeno soprattutto per i circa 30 lavoratori operanti presso le strutture. In autunno, però, si dovrà necessariamente osservare il provvedimento di smontaggio delle strutture e con l’Ufficio Tecnico del Comune di Amalfi stabilire nuovi progetti per l’estate 2019.