lunedì, Febbraio 26, 2024

Riserva Rooftop: la nuova tappa del «Giro gastronomico d’Italia» è la Sardegna!

- Advertisement -

Notizie più lette

Serena Giorgio De Dilectis
Serena Giorgio De Dilectishttp://www.2anews.it
Serena Giorgio, giornalista e scrittrice esperta in antropologia, enogastronomia e intolleranze alimentari.
Per godere delle bellezze paesaggistiche di una Napoli davvero senza tempo, è risaputo, occorre solo affacciarsi dalla collina di Posillipo. Per assaggiare le squisite bontà di una location Partenopea che sa però mirare, e far mirare, un saporito Belpaese, occorre invece recarsi da Riserva Rooftop.

Riserva Rooftop: tra saporite tradizioni e squisite vedute

Con un “Giro gastronomico d’Italia” che continua, tra ben dodici regioni e gustosi piatti della tradizione, a far godere delle meraviglie gastronomiche di una golosa Nazione, Riserva Rooftop sa infatti proporre, anche questa volta, una grande unione di saperi, sapori e prelibate specialità sarde. Con un Uovo a 62°C “guttiau e frattau”; malloreddus con cicerchie e cavolo nero; culurgiones ripieni di patate e menta home made; uno stracotto di agnello, funghi pioppini e tartufo Bagnoli Irpino, ed ancora, un porceddu con fregola al salto, scalogno caramellato, chutney di arancia e mirto, la Sardegna è infatti servita.
riserva rooftop e Sardegna

Il top delle tappe!

Dopo una tappa in Trentino Alto Adige, in Sicilia, in Calabria, in Emilia Romagna, nel Lazio e un “fuori giro” nel Regno delle due Sicilie, la tradizione sarda rivisitata in chiave moderna dall’intraprendente chef Davide Cannavale e dal Sous Chef Pasquale Paladino sa quindi segnare di gusto, ancora una volta, una tappa bella e soprattutto buona. Cultore della cucina isolana, soli 33 anni, un lunghissimo percorso intrapreso già a 18 anni nell’isola di Favignana e con tantissima voglia di fare, Cannavale sa quindi portare sulla tavola la cura e l’amore per una professione ma, ancor più, per un settore squisito che sa davvero render felici tutti.
gluten free da riserva rooftop

Gluten Free da Riserva Rooftop: la vera unione è portata in tavola dallo Chef Cannavale

Con un occhio di riguardo per il senza glutine e una spiccata attenzione per tutte le esigenze Gluten Free; lo Chef Cannavale sa infatti includere nella piacevolezza della tavola Riserva ogni suo degustatore. Dopotutto tavola è unione, come unita è la nostra nazione; pertanto nessuno deve esserne escluso e di questo lo chef sa farsi davvero garante. Una cura che, abbinata a un’attentissima sperimentazione, al supporto della sua brigata e alla consulenza dello chef Roberto Lepre sa dunque far creare allo Chef un avvincente menù, ma soprattutto il perfetto accompagnamento di un progetto il cui format ideato da Sasi Maresca, Roberto e Andrea Bianco sa certamente, e ancora una volta, trionfare grazie anche alla completezza di un’esperienza tutelata da un team di giovani capitanati da Francesco Coppola e Rossella Avallone; dal sommelier Ugo Montella; e dalla direzione dell’esperto Carlo Chiariello coadiuvata da Roberto Iriti.
Riserva Rooftop: la nuova tappa del «Giro gastronomico d'Italia» è la Sardegna!

Riserva Rooftop: Mixology e saporito gourmet

Ma non solo. Ad arricchire questo menù di corposi e al contempo leggeri prodotti autunnali dell’isola anche i drink firmati da Mirko Lamagna, l’ideatore della cosiddetta “mixology gourmet”, ovvero la miscelazione dei drink con tecniche di alta cucina e di alta pasticceria che sa inserire, per questa nuova lista creata ad hoc con Mickael Reale e Martino Ascione, anche il gusto strutturato del “Martini garden”, preparato con gin alle olive, vermut dry, foglie di olivo, rosmarino ed il cocktail “Da Portorico a Napoli”, con rum scuro alle bucce di banana, sherry pedro xximenez e olio al caffè.

Dulcis in fundo (al cuore)

Dulcis in fundo (al cuore): una speciale torta di mele con crema inglese; ma ancor più la piacevolezza di un viaggio a tavola che saprà certamente farsi ricordare per sempre.

- Advertisement -
- Advertisement -
- Advertisement -

Ultime Notizie