sabato, Ottobre 16, 2021

Riaprono le discoteche, Esposito (Silb): “Rispettando regole si può arrivare all’80%”

- Advertisement -

Notizie più lette

Luigi Maria Mormonehttps://www.2anews.it
Luigi Maria Mormone, cura la pagina di cronaca su Napoli e provincia, attualità e sport (pallanuoto, basket, volley, calcio femminile ecc.), laureato in Filologia Moderna, giornalista.

Discoteche riaperte con capienza del 50% al chiuso (e obbligo di Green Pass e mascherina). Esposito (Silb) all’Ansa: “Combattiamo abusivi e col rispetto delle regole si può arrivare all’80%”.

Dall’11 ottobre sono entrate in vigore le nuove regole del Governo sulle riaperture, che hanno portato alla ripartenza anche di discoteche, sale da ballo e locali assimilati. Per questo tipo di locali, la capienza non può essere superiore al 75% di quella massima autorizzata all’aperto e al 50% al chiuso.

Nei locali da ballo al chiuso, deve essere garantita la presenza di impianti di aerazione senza ricircolo dell’aria e l’accesso è permesso solo con Green Pass e mascherina (che si può togliere mentre si balla e bisogna rimettere se si va al bar o al bagno).

La riapertura c’è stata con buon riscontro anche in Campania (dove ci sono circa 50 locali da ballo ufficiali, di cui 28 tra Napoli e provincia): “Tanti ragazzi e ragazze -ha dichiarato all’Ansa Alessandro Esposito, presidente regionale Campania dell’associazione nazionale delle discoteche Silb- hanno voglia di ballare e da noi possono farlo seguendo le regole”.

Esposito sottolinea che “per ora siamo al 50% ma dimostreremo che possiamo arrivare al 75-80% perché rispettiamo le regole” e mette in evidenza la lotta all’abusivismo: “Li abbiamo sempre combattuti -prosegue Esposito- Sulla nostra pagina social ufficiale c’è anche una finestra per denunciare questi luoghi, anche perché nei locali si spendono decine di migliaia di euro per tenere sempre la struttura a norma e quindi chiediamo sempre un senso di giustizia contro gli abusivi. Poi è compito delle istituzioni monitorare”.

Il settore delle discoteche sta dunque ripartendo con cautela dopo un anno e mezzo da incubo, segnato dalla chiusura totale causa pandemia da Covid 19. Basti pensare che in Campania il 20% dei locali ha chiuso o si è convertito in pub.

- Advertisement -
- Advertisement -
- Advertisement -
- Advertisement -spot_imgspot_imgspot_img

Ultime Notizie