domenica, Agosto 14, 2022

Elezioni 2018, PD: approvate liste ma minoranza non vota

- Advertisement -

Notizie più lette

Luigi Maria Mormone
Luigi Maria Mormonehttps://www.2anews.it
Luigi Maria Mormone, cura la pagina di cronaca su Napoli e provincia, attualità e sport (pallanuoto, basket, volley, calcio femminile ecc.), laureato in Filologia Moderna, giornalista.

Elezioni 2018: il PD ha approvato le liste tra le polemiche (Gentiloni candidato a Roma, Boschi a Bolzano, Alfieri e De Luca jr in Campania).

È durata fino all’alba la Direzione del Partito Democratico chiamata a votare le liste per le prossime elezioni. “Una delle esperienze peggiori e più devastanti dal punto di vista personale. Da domani dobbiamo però fare una grande battaglia: la squadra avversaria è meno forte di noi”, ha ammesso il segretario Matteo Renzi al termine della lunga serie di rinvii per l’orario della direzione. Alla fine la minoranza interna non ha votato le liste, facendo nascere ennesime polemiche all’interno del PD, partito per cui la prossima tornata elettorale sarà a dir poco delicata: “Non abbiamo ricevuto alcun elenco e informazioni sulla proposta”, hanno detto Andrea Orlando, Michele Emiliano e Gianni Cuperlo.Elezioni 2018, PD: approvate liste ma minoranza non vota Il premier Paolo Gentiloni sarà candidato a Roma, come la Ministra per la Pubblica Amministrazione Marianna Madia. La Ministra dell’Istruzione Valeria Fedeli sarà candidata a Pisa, mentre il Ministro dell’Interno Marco Minniti sarà capolista alla Camera nel collegio plurinominale di Salerno. La sottosegretaria Maria Elena Boschi correrà invece a Bolzano. Tra le new entry più importanti, il portavoce del premier Gentiloni, Filippo Sensi, e Lucia Annibali (l’avvocatessa sfregiata dall’acido, candidata a Parma). In Campania compaiono in lista i nomi di Piero De Luca (il figlio del governatore sarà capolista alla Camera nel collegio di Caserta e nell’uninominale a Salerno) e di Franco Alfieri, fedelissimo del governatore, il quale fu al centro del caso “fritture” da offrire nella campagna per il referendum del 2016 (Alfieri sarà candidato nel maggioritario nel collegio di Agropoli, città di cui è stato sindaco per quasi dieci anni). Valeria Valente, parlamentare uscente e consigliera comunale di Napoli, è in lista al Senato a Napoli, in seconda posizione subito dopo lo stesso Matteo Renzi, riuscito a convincere anche un’autorevole personalità come Paolo Siani.

- Advertisement -
- Advertisement -
- Advertisement -
- Advertisement -spot_imgspot_imgspot_img

Ultime Notizie