giovedì, Aprile 25, 2024

Oscar 2024, Oppenheimer favorito arriva con 13 nomination

- Advertisement -

Notizie più lette

Gabriella Monaco
Gabriella Monacohttp://www.2anews.it
Redattrice laureata in 'Lettere Moderne'. Appassionata di Scrittura, Arte, Viaggi e Serie tv."

Il film sul padre della bomba atomica arriva alla Notte degli Oscar 2024 con 13 nomination.

Alla vigilia degli Oscar la statuetta per il miglior film sembra ormai assegnata: a salire sul palco del Dolby Theater di Los Angeles potrebbe essere Christopher Nolan insieme al cast al completo di Oppenheimer. Il film sul padre della bomba atomica arriva all’appuntamento tra domenica e lunedì con 13 nomination, un successo che ha il sapore dell’inevitabilità.

Collegata su Rai1, l’Italia tifa per Io Capitano di Matteo Garrone, in corsa in una cinquina internazionale eurocentrica con lo spagnolo La società della neve di J.A. Bayona, il tedesco The Teachers’ Lounge di Ilker Catak, The zone of interest del britannico Jonathan Glazer e Perfect Days, presentato dal Giappone ma firmato Wim Wenders.

Il maxi-biopic su Oppenheimer ha fatto man bassa di premi, a partire dai Golden Globe, passando per i Bafta (sette statuette) più tre alla Sag per miglior cast, miglior attore protagonista (Cillian Murphy) e migliore non protagonista (Robert Downey Jr). Oppenheimer è l’undicesimo film incoronato dalla Producers Guild, dalla Sag e dall’associazione dei registi: una tripletta che, con la sola eccezione di Apollo 13, ha portato all’Oscar più prestigioso.

Insidiano Oppenheimer la dark comedy Leone d’Oro a Venezia di Yorgos Lanthimos Povere creature! (11 candidature), Killer of the Flower Moon di Martin Scorsese (10), il campione di incassi dell’estate BARBIE (8 ma non per la regia), The Holdovers – Lezioni di Vita di Alexander Payne (5). E poi Maestro di Bradley Cooper, American fiction di Cord Jefferson, Past Lives della coreana-americana Celine Song uscito al Sundance, Anatomia di una caduta di Justine Triet, Palma d’Oro a Cannes ma snobbato dalla Francia per il miglior film internazionale, e ‘last but not least’ The Zone of Interest, vincitore del Grand Prix che potrebbe riservare sorprese.

Per la migliore attrice, la Sag ha rimesso in gioco Lily Gladstone, prima candidata nativa-americana, contro la favorita Emma Stone di Povere Creature! Scontata invece la miglior non protagonista: sarà l’afro-americana Da’Vine Joy Randolph. Tra gli attori, il frontrunner è Cillian Murphy davanti a Paul Giamatti, mentre nei ruoli secondari Downey Jr. è strafavorito.

- Advertisement -
- Advertisement -
- Advertisement -

Ultime Notizie