venerdì, Settembre 17, 2021

Ordinò un omicidio per mancata obbedienza durante la faida di Scampia, ergastolo per Cosimo Di Lauro

- Advertisement -

Notizie più lette

Ordinò un omicidio per mancata obbedienza durante la faida di Scampia, ergastolo per Cosimo Di Lauro
Francesco Monacohttps://www.2anews.it
Francesco Monaco, giornalista. Esperienza dalla carta stampata a internet, radio e tv. Scrittore, il suo primo romanzo: 'Baciami prima di andare'.

Il raid avvenuto nel 2004 per volere di Cosimo Di Lauro fu il primo a testimoniare le frizioni che portarono alla sanguinosa faida di Scampia, durante la quale persero la vita ben 90 persone.

Cosimo Di Lauro, figlio di Paolo, capoclan di Secondigliano, noto come Ciruzzo ‘o milionario, e’ stato condannato alla pena dell’ergastolo. Il boss con il codino, che quando fu arrestato nel 2005 si fece immortalare con un giubbotto di pelle nero e lungo, e’ ritenuto il mandante dell’agguato costato la vita a Mariano Nocera, uomo degli Abete-Abbinante, colpevole, secondo il racconto dei pentiti, di non essersi piegato al volere di Cosimo.

La reazione e lo scoppio della guerra di camorra con il clan degli Amato-Pagano

Il raid avvenne il 2 settembre del 2004 e fu il primo agguato che testimonio’ le frizioni che poi sarebbero state alla base della sanguinosa faida di Scampia che tra il 2004 e il 2005 provoco’ poco meno di 90 morti. La risposta all’agguato di Nocera arrivo’ il 28 ottobre con il duplice omicidio di Fulvio Montanino e Claudio Salierno, rispettivamente il miglior amico e il guardaspalle di Cosimo Di Lauro.

Da quel momento la ‘guerra’ tra gli scissionisti del clan, gli Amato-Pagano, e i Di Lauro coinvolse tutta l’area Nord di Napoli.

- Advertisement -
- Advertisement -
- Advertisement -

Ultime Notizie