lunedì, Aprile 12, 2021

Napoli, manifesti contro la discussa guida turistica Feltrinelli

- Advertisement -

Notizie più lette

Napoli, manifesti contro la discussa guida turistica Feltrinelli
Luigi Maria Mormonehttps://www.2anews.it
Luigi Maria Mormone, cura la pagina di cronaca su Napoli e provincia, attualità e sport (pallanuoto, basket, volley, calcio femminile ecc.), laureato in Filologia Moderna, giornalista.

Feltrinelli: nei pressi dello store di piazza Garibaldi sono comparsi manifesti di protesta contro la guida turistica “Italia del Sud e Isole”.

- Advertisement -

Non si placa l’onda lunga delle polemiche per la guida turistica Italia del Sud e Isole, edita da Feltrinelli, in cui si parla della zona tra Napoli e Caserta come “quasi del tutto dominata dalla camorra”, descritta inoltre come un “triangolo della morte” (senza dimenticare passaggi discutibili anche sulla Reggia e la città di Caserta).

Dopo la lettera del sindaco di Caserta Carlo Marino al presidente del gruppo Effe 2005, Carlo Feltrinelli, oggi sono spuntati manifesti di protesta anche nella città partenopea, proprio in prossimità del punto Feltrinelli di piazza Garibaldi. Il messaggio è chiarissimo: “Non vi permettete più di compare da Feltrinelli“.Napoli, manifesti contro la discussa guida turistica Feltrinelli Sui cartelli, dove è riportata anche la copertina della guida, è stato trascritto il contenuto di una delle pagine che più ha offeso i napoletani: “Attratti dalla costa, sono pochi i visitatori che si dirigono nell’entroterra. In realtà il territorio a nord di Napoli è irrimediabilmente poco attraente, trattandosi per lo più di una distesa di sobborghi poco entusiasmanti. Quasi del tutto dominato dalla camorra e a volte chiamato triangolo della morte, non è un’area in cui soffermarsi; anzi, la cosa migliore da fare è attraversarlo rapidamente senza fermarsi e raggiungere Caserta”.

I manifesti sono firmati a penna con la dicitura Napoli Nazione, movimento che ha fatto la sua comparsa anche durante alcune manifestazioni cittadine per la sanità pubblica e rappresenterebbe il popolo napoletano senza schieramenti o identità politiche.

In tanti, anche attraverso i social network, hanno in questi giorni manifestato il proprio dissenso contro la storica casa editrice, la quale si è difesa affermando che i commenti espressi nella guida “non rappresentano il punto di vista dell’editore né del Gruppo Feltrinelli”.

Foto in evidenza: gruppo pubblico Facebook “Nazione Napolitana Indipendente”

- Advertisement -
- Advertisement -
- Advertisement -

Ultime Notizie