sabato, Luglio 20, 2024

Napoli Futsal, il presidente Perugino: “I tifosi ci hanno regalato emozioni uniche”

- Advertisement -

Notizie più lette

Redazione
Redazionehttp://www.2anews.it
2Anews è un magazine online di informazione Alternativa e Autonoma, di promozione sociale attivo sull’intero territorio campano e nazionale. Ideato e curato da Antonella Amato, giornalista professionista. Il magazine è una testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Napoli n.67 del 20/12/2016.

Napoli Futsal, sfiorato lo storico double. Il presidente Perugino: “I tifosi ci hanno regalato emozioni uniche, il mio grazie è per tutti”. L’appello alle istituzioni: “Non lasciateci soli, siamo degli eroi”.

Non è arrivato lo storico double, ma il sogno infranto dello scudetto non deve far dimenticare l’incredibile annata degli azzurri con la prima vittoria della Coppa Italia in serie A.

Un percorso in crescendo che al terzo anno sul massimo palcoscenico conferma i partenopei tra le realtà più importanti nel panorama nazionale. L’amarezza per la sconfitta ripagata dal calore di un Palajacazzi stracolmo di passione, come sempre, però, prima di tutto, il segno distintivo del club è la sportività e le parole d’esordio del presidente Serafino Perugino sono dedicate agli avversari: “Faccio i complimenti al mio amico Enrico Musumeci e a tutto il Catania, hanno oggettivamente meritato la vittoria.

Noi eravamo fisicamente ai minimi termini, Salas ha giocato con una lussazione alla clavicola, Mancuso ha avuto una contrattura e nei tempi supplementari non abbiamo potuto schierarlo. Bisogna accettare con sportività la sconfitta”.

Sentimenti che pulsano di passione con gli occhi rivolti verso una creatura sportiva che ha visto tutti protagonisti allo stesso modo, nella gioia e nelle lacrime dell’ultima partita. “È stato un anno fantastico, mi preme ringraziare la mia città, il mio allenatore Colini che è un vincente e lo ha dimostrato.

Ho puntato su di lui e al primo anno abbiamo vinto la coppa Italia, non va dimenticato e poi siamo andati a un passo dal vincere lo scudetto. Per me è stata un’annata straordinaria. Faccio i complimenti al mio capitano Fernando Perugino e a tutti i miei giocatori. Quest’anno i ragazzi sono stati unici, straordinari. Sono orgoglioso di loro, hanno dato tutto. Questo è lo sport, questo è il futsal. Come dico sempre il futsal è rock e oggi c’è stata la dimostrazione”.

Il calcio a 5 sta cambiando, ma le difficoltà sono sempre le stesse per la gestione di una società sportiva che diventa azienda a tutti gli effetti, anche se confinata ancora nel mondo dei Dilettanti. Il numero uno del Napoli Futsal ha sempre avuto una visione propositiva sul futuro con la consapevolezza, però, che tutti debbano viaggiare sulla stessa direzione, altrimenti il rischio è che molti, col tempo, possano lasciare. Il suo messaggio è chiaro e diretto: “Voglio fare un appello alle istituzioni, alla Federazione, alla Divisione, alla FIGC.

Non lasciateci soli, noi presidenti di tutte le categorie siamo degli eroi. Andiamo avanti solo con le nostre forze e non so fino a quando potremmo resistere. Senza supporto economico facciamo socialità. Siamo dilettanti, ma abbiamo tante persone che lavorano. Il mio è un accorato appello alle istituzioni.

È stato un peccato non avere qui presente il presidente della Divisione calcio a 5, questo lo discredita. Non ci rappresenta, il presidente della Divisione, al di là di tutto, doveva essere presente. Voglio ringraziare tutti i consiglieri, il vicepresidente e tutti coloro della Divisione calcio a 5 che ogni giorno danno dei contributi per far crescere questo sport. Un plauso a tutti i presidenti di serie A, sono encomiabili”.

Napoli e i napoletani, un amore smisurato che non è solo quello del calcio, del basket, adesso più che mai è anche calcio a 5. “Credo che il brand Napoli stia crescendo smisuratamente. Su Etes ci sono stati 10mila accessi per accaparrarsi i biglietti, è stato un successo. Non dimentichiamo che è il terzo anno che facciamo le semifinali, quest’anno anche la finale e l’abbiamo persa di un palmo. Napoli è un brand vincente, sono felice”.

E non potevano mancare i ringraziamenti speciali, quelli del cuore, con una promessa: “Voglio ringraziare mia moglie in primis, i miei figli, mio fratello Massimo, i miei cognati Lorenzo e Ivana, gli amici Massimo e Laura Boscatto, i miei nipoti e tutta la mia famiglia. È un senso di appartenenza, di condivisione. Lo sport è bello, è formativo. Ho conosciuto tante belle persone. L’anno prossimo il Napoli ci riproverà. Forza Napoli sempre”.

- Advertisement -
- Advertisement -
- Advertisement -

Ultime Notizie