Calcio Napoli con mezzo scudetto, ma adesso viene la parte piu’ difficile

875
Crotone ko, il Calcio Napoli è Campione d'Inverno

Il titolo di campione d’inverno deve essere un incentivo a dare a Sarri quegli elementi che possono consentire al Calcio Napoli di restare lassù fino a maggio.

Con la vittoria di ieri sul campo del Crotone, il Calcio Napoli ha conquistato il titolo di campione d’inverno. E che che se ne possa dire, se non per una mera questione statistica, cio’ vuol dire che la formazione azzurra è davanti a tutti al giro di boa. La lepre da inseguire. E’ la quinta volta che accade nella storia del club, che presenta il triste primato di non essere riuscito, in ben due occasioni, a chiudere alla fine davanti a tutti dopo esserci stato a metà strada.

Parliamo del 1987-88 e del 2015-16. Stagioni che da sogno bellissimo si sono trasformate nel peggiore degli incubi. Nella fine degli anni ’80 sarebbe potuto essere il secondo titolo consecutivo per il Calcio Napoli. Perso soprattutto per quello scontro diretto in cui gli uomini di Bianchi finirono per soccombere e cedere il passo al Milan di Sacchi. Due stagioni fa, invece, fu sempre lo scontro diretto, ma allo Juventus Stadium, con quel tiro maledetto e deviato di Zaza, a spegnere i sogni di gloria partenopei.

Proprio in riferimento a quest’ultimo caso, non si puo’ non ricordare come, proprio a gennaio, fosse forte l’esigenza per Sarri di avere quei ricambi che il mercato offriva. Ma che non arrivarono mai. Se escludiamo Grassi e Regini, non se ne abbiano a male, per nulla capaci di lasciare un segno sulla stagione. Ecco, se la storia puo’ insegnare qualcosa è come non ripetere certi errori. Il Calcio Napoli di oggi e’ piu’ forte di quello di due stagioni fa. Forse nel suo complesso è la formazione piu’ forte della storia partenopea. Ma tutto e’ migliorabile. E presunzione sarebbe non crederci. Soprattutto vedendo la rosa dei bianconeri di Allegri.

E allora non si puo’ pensare di fermarsi al solo Inglese, in arrivo dal Chievo. Ma e’ necessario pensare a completare la batteria dei terzini. Magari con un elemento capace di giocare su entrambe le fasce, come sia Darmian e che Vrsaljko sanno e possono. E, con Giaccherini in uscita e Ounas non ancora pronto, un esterno che possa fin da subito dare la possibilita’ a Callejon e allo stesso Insigne di rifiatare, invece di adattare Rog o Zielinski, e’ quantomai necessario. Perché il Calcio Napoli ha conquistato mezzo scudetto, ma il difficile viene proprio adesso.