A Salisburgo suona il valzer del Calcio Napoli: 3-2 agli austriaci

182
A Salisburgo suona il valzer del Calcio Napoli: 3-2 agli austriaci.

Partita intensissima ed emozionante come solo la Champions sa regalare. Vantaggio di Mertens e pareggio di Haaland nel primo tempo. Ancora Mertens ed ancora Haaland prima del gol decisivo di Insigne.

Questa partita era decisiva per il girone; questa era la partita di Ancelotti e della sua esperienza in Champions; questa era la partita che doveva dire se il Calcio Napoli può ambire a stare tra le prime sedici d’Europa.

Il Calcio Napoli non vince in trasferta in Champions da tre anni, il Salisburgo non perde in casa da una vita. L’impresa sembra difficile soprattutto viste le difficoltà in difesa con Maksimovic, Mario Rui, Hysaj, Ghoulam ed alla fine anche Manolas indisponibili.

Ancelotti schiera così il Calcio Napoli:

A Salisburgo suona il valzer del Calcio Napoli: 3-2 agli austriaci.

Meret, Di Lorenzo, Koulibaly, Luperto, Malcuit, Callejon, Fabian Ruiz, Allan, Zielinsky, Mertens, Lozano.

Prova importantissima per Luperto, Meret e Lozano. Alla fine voto altissimo per il portiere, alto per Luperto mentre Lozano è ancora da rivedere.

Parte bene il Calcio Napoli al 3′ con un bel tiro di Mertens che viene parato dal portiere. E’ solo l’inizio per il belga che sarà protagonista assoluto.

Gli azzurri giocano compatti e la velocità del Salisburgo non mette inizialmente in difficoltà la retroguardia di Ancelotti.

Al 16′ il vantaggio del Calcio Napoli con Mertens. Con questo gol il belga raggiunge Maradona al secondo posto dei goleador del Napoli di tutti i tempi

Il gol: passaggio di testa di Callejon a Mertens che entra in area dalla destra e scaglia una saetta sotto la traversa. Gol bellissimo: 0-1 per il Calcio Napoli.

Dopo il vantaggio il Salisburgo sale in cattedra e mette tutte le energie per arrivare al pareggio. Dal 23′ al 35′ Meret è insuperabile: para su Haaland, col piede, poi para con la testa ed ancora allungandosi con la mano sul secondo palo evitando un gol quasi certo. Ormai questo ragazzo ha già i galloni del predestinato.

Al 38′ errore di Malcuit che si fa superare ed atterra in area l’attaccante avversario. Rigore realizzato da Haaland. 1-1 meritatissimo per gli austriaci.

La ripresa vede un possesso palla maggiore per il Salisburgo ma gli austriaci, bravissimi a farsi trovare sempre smarcati, non creano nessun problema a Meret.

Ancora una volta sembra che l’avversario arrivi prima su ogni pallone e che corrano molto più degli azzurri ma pian piano la foga agonistica si spegne ed il Calcio Napoli approfitta degli spazi.

La partita cambia completamente con due scelte di Ancelotti che sposta Ruiz sulla sinistra e Zielinsky al centro mentre al 65′ fa entrare Insigne al posto di uno spento Lozano.

A Salisburgo suona il valzer del Calcio Napoli: 3-2 agli austriaci.

Ma prima del cambio al 64′ il Calcio Napoli ripassa in vantaggio.

Bellissima azione di Malcuit sulla destra, cross basso sul quale si avventa Mertens. il tiro del belga è forte e preciso. 1-2.

Al 71′ altro grave errore degli azzurri che permettono ad Haaland di pareggiare

Cross dalla sinistra, Koulibaly non interviene e MEret non esce. Haaland, solo non lascia scampo al portiere azzurro.

Non passa nemmeno un minuto ed il Calcio Napoli realizza il 2-3 con Insigne

Lancio di Koulibaly per Mertens. Bravissimo il belga che mette il pallone al centro per Insigne. Lorenzo stoppa il pallone e con pallonetto delicato supera il portiere.

Il momento più bello della partita: l’abbraccio di Insigne con Ancelotti attorniati da tutta la squadra. Attimi che possono significare tantissimo per saldare un gruppo che a detta di molti ha subito enormi scossoni nell’ultimo periodo.

Ancelotti rinforza la squadra inserendo l’esperienza e l’altezza di Llorente per un osannato Mertens al 75′ ed al 79′ inserisce Elmas per Callejon.

La partita finisce tra gli applausi dei tantissimi tifosi azzurri presenti in Austria.

Il Calcio Napoli dimostra di saper soffrire, reagire, passare in vantaggio, farsi recuperare e tornare in vantaggio. Dimostra, inoltre, di avere in alcuni calciatori un tesoro immenso: Meret è insuperabile; Di Lorenzo regala una buona partita anche giocando sulla destra; Luperto gioca una partita immensa superando nella prestazione il più quotato compagno di reparto Koulibaly. E poi c’è Mertens che supera Diego Maradona nella classifica all time dei cannonieri azzurri, che corre per due, che è la vera anima di questa squadra.

A Salisburgo suona il valzer del Calcio Napoli: 3-2 agli austriaci.

Ora, in classifica il Calcio Napoli ha 7 punti, il Liverpool 6, il Salisburgo 3 ed il Genk 1. La qualificazione è vicinissima e potrebbe arrivare già tra due settimane quando al San Paolo arriverà proprio il volenteroso Salisburgo. In caso di vittoria gli azzurri sarebbero irraggiungibili.

Il valzer, per stasera, viene suonato nel golfo di Napoli.