Napoli, 56enne arrestata per truffa con raccolta fondi bambini malati

500
Truffavano gli anziani nel casertano, due napoletani a processo

Cronaca di Napoli. Cicciano: Tenta truffa fingendo raccolta fondi per bambini malati. 56enne arrestata dai carabinieri.

Una 56enne finge una raccolta fondi per i bambini malati di leucemia truffando chi in buona fede ci credeva ed elargiva somme di denaro. Grazia Piccini, di Casalnuovo di Napoli, già nota alle ffoo, aveva bussato alla porta di una 90enne di Cicciano presentandosi come volontaria di una (inesistente) associazione dedita alla raccolta di offerte da destinare alle cure di bambini malati di leucemia; dopo essersi presentata aveva iniziato a mostrare foto e materiale informativo per rendere più realistica la sua sceneggiata e nel frattempo avanzava all’anziana richieste di denaro da destinare ai piccoli malati.

La 90enne si era decisa per un gesto di bontà ed era entrata in casa a recuperare qualche euro ma quei minuti di assenza sono stati sfruttati dalla truffatrice per intrufolarsi e frugare nei cassetti della camera da letto della signora.

In pensiero per l’anziana suocera, il genero nel frattempo era andato a farle visita ed è così che ha colto la malfattrice in flagranza: l’ha bloccata e ha chiamato i carabinieri di Cicciano che sono giunti dopo pochi minuti arrestando la donna in flagranza per tentata truffa.
Dopo le formalità l’arrestata è stata tradotta ai domiciliari in attesa del giudizio direttissimo.Foto, volantini, dépliant e circa 20 euro ritenuti provento dell’attività truffaldina sono stati posti sotto sequestro.