domenica, Aprile 21, 2024

Lalla Esposito e Massimo Masiello al Teatro CortéSe con Sfogliatelle e altre storie d’amore

- Advertisement -

Notizie più lette

Redazione
Redazionehttp://www.2anews.it
2Anews è un magazine online di informazione Alternativa e Autonoma, di promozione sociale attivo sull’intero territorio campano e nazionale. Ideato e curato da Antonella Amato, giornalista professionista. Il magazine è una testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Napoli n.67 del 20/12/2016.

Al Teatro CortéSe dei Colli Aminei domenica 10 marzo alle ore 18.00, le voci di Lalla Esposito e Massimo Masiello in concerto-spettacolo con “Sfogliatelle e altre storie d’amore”.

Tutto pronto al Teatro CortéSe dei Colli Aminei (viale del Capricorno, 4) dove, domenica 10 marzo alle ore 18.00, le voci di Lalla Esposito e Massimo Masiello, magicamente intrecciate tra loro come i fili di un prezioso tessuto, presenteranno il concerto-spettacolo “Sfogliatelle e altre storie d’amore”.

Uniti nel canto e nella recitazione, i due artisti condurranno il pubblico in un viaggio attraverso le più celebri “macchiette” del repertorio napoletano insieme a quel genere di canzone definita umoristica.

Portando in scena “femmine” emancipate in lotta con uomini ancora legati alle figure delle Marie innamorate e delle signorine digiacomiane dalle ciliege in grembo da ritrovare in bucolici luoghi profumati di rose a cento passi, la coppia Esposito- Masiello, emozionerà la platea con dei magici momenti di teatro e inebrianti armonie.

Precisi come due certosini dell’Avanspettacolo, in sincronia tra loro come gli ingranaggi di un orologio svizzero, la brecktiana Lalla Esposito ed il vivianeo Massimo Masiello, canteranno un amore non sempre lacrimoso ma non per questo privo di intensità e sofferenza. Accompagnati da Antonio Ottaviano al pianoforte, la loro esibizione sarà animata da brani come “Agata”, “Ciucculatina mia”, “E non sta bene” “Comme ‘o zuccaro”, “Preferisco il 900”, “Rusella ‘e maggio”, “La panzè” e “Dove sta Za Za”.

Il tutto per intravedere le immagini di una Napoli intenta a nascondere le lacrime dietro le risate e la sofferenza dietro un’ironia sinonimo di speranza per un domani migliore. 

- Advertisement -
- Advertisement -
- Advertisement -

Ultime Notizie