La verza le sue proprietà e i benefici della cucina naturale

0
1570

La Verza è una pianta erbacea della famiglia delle Crucifere, “Brassica oleracea sabauda” dal fusto cortissimo e foglie larghe e croccanti ricche di nervature.

Questo ortaggio ha origini nel bacino del Mediterraneo dove il clima è ottimale, di tipo temperato umido, tipicamente invernale poiché raccolto di solito da Ottobre ad Aprile. Alcuni testi antichi ricordano che già nell’antica Roma era una verdura molto amata e consumata nei banchetti importanti, per favorire l’assorbimento dell’alcool da parte dell’organismo. Oggi noi la conosciamo attraverso diverse tipologie a diversa colorazione, grazie alla presenza di pigmenti differenti, Biomolecole antiossidanti come le antocianine dei cavoli neri e viola, la clorofilla nel cavolo verde, e la quercetina invece in quelli bianchi. La Verza moLa VERZAlto apprezzata nella Cucina Mediterranea insieme agli altri ortaggi della famiglia delle Crucifere, possiede diverse Proprietà Benefiche, per la presenza di importanti nutrienti salutari. Antitumorale perché contiene la sinefrina, fitoestrogeni e isotiocianati, molecole che stimolano la produzione di bioenzimi efficaci a contrastare la degenerazione del DNA e l’insorgenza dei tumori agli organi e ghiandole del corpo umano. Antinfiammatoria per la glutammina, un aminoacido importante per il funzionamento corretto del sistema immunitario. Cicatrizzante per la presenza di buoni livelli di vitamine C K A e discrete invece di vitamine del gruppo B. Antiossidante per il buon contenuto di Polifenoli e carotenoidi, indoli e sulforafano che contrastano le patologie dell’apparato digerente e inibiscono la formazione di cellule cancerose. Come tutti gli ortaggi è ricca di micronutrienti e molta fibra alimentare, acqua 90%, proteine e carboidrati. Tra i sali minerali i più rappresentati sono il potassio, il magnesio, ferro, zolfo e fosforo. La Fibra invece facilita la digestione del cibo. Ottimo il succo centrifugato di verza per le sue proprietà anticolesterolo, depurative e lassative. Un’attenzione alla sua cottura per mantenere inalterate le sue proprietà benefiche. La cottura inattiva le vitamine mentre, la quantità di sali minerali resta invariata. Si consiglia pertanto l’uso di poca acqua durante la loro preparazione. Quest’ortaggio contiene pochissime calorie, 30 per ogni etto, pochissimi grassi e vanta un buon potere saziante, il che la rende un alimento particolarmente indicato nelle diete ipocaloriche.

Dott.ssa Patrizia Zinno

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here