mercoledì, Maggio 29, 2024

Ischia, donata una medaglia al piccolo Ciro, “bambino eroe”

- Advertisement -

Notizie più lette

Redazione
Redazionehttp://www.2anews.it
2Anews è un magazine online di informazione Alternativa e Autonoma, di promozione sociale attivo sull’intero territorio campano e nazionale. Ideato e curato da Antonella Amato, giornalista professionista. Il magazine è una testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Napoli n.67 del 20/12/2016.

 

Il ministro della Difesa, Roberta Pinotti, in visita all’ospedale Rizzoli di Lacco Ameno (Ischia) dona una medaglia a Ciro, uno dei tre fratellini, rimasti sotto le macerie. Video del salvataggio

Il ministro della Difesa, Roberta Pinotti, al termine della visita fatta all’ospedale Rizzoli di Lacco Ameno (Ischia) ha donato  una medaglia a Ciro, uno dei tre fratellini, rimasti sotto le macerie della casa crollata per ore e ore. “È solo una medaglia ricordo che ho messo personalmente a Ciro per testimoniare che tutta l’Italia lo ha guardato ed ho portato anche un orsetto al fratellino più piccolo, Matthias, e altri gadget delle forze armate“, ha concluso il ministro. Il giorno 29 “ci sarà il consiglio dei ministri dove porteremo la delibera per lo stato di emergenza e seguiremo, anche attraverso i sindaci, le successive necessità“. Lo ha detto il ministro della Difesa, Roberta Pinotti, parlando con i giornalisti nel centro operativo della Protezione Civile a Casamicciola. ciro terremoto ischiaCiro Marmolo, 11 anni, il “bambino eroe” è l’ultimo dei tre fratellini ad essere estratto vivo dalle macerie della palazzina crollata in seguito al terremoto che ha devastato Casamicciola sull’isola d’Ischia. Ai microfoni di TV Luna – che ha diffuso una sintesi delle sue dichiarazioni – Ciro racconta: “quando ho saputo che il più piccolo dei miei fratelli stava bene mi sono fatto coraggio e ho detto: ce la devo fare“. Ciro è ricoverato all’ospedale Rizzoli di Lacco Ameno. Con lui, nella grande stanza colorata di giallo, arancione e verde ci sono la mamma Alessia, incinta al quinto mese di una bimba e i fratellini Pasquale 7 mesi e Mattias 8 anni. E’ stato Ciro a salvare il fratellino Mattias. Dopo la scossa lo ha preso e lo ha spinto con lui sotto al letto, un gesto che sicuramente ha salvato la vita a entrambi. Poi con un manico di scopa ha battuto contro le macerie e si è fatto sentire dai soccorritori. “Quando è crollato tutto ho abbracciato mio fratello e poi quando sono arrivati I soccorritori l’ho spinto fuori per primo“, ha raccontato Ciro. La prima vittima del sisma si chiama Lina Balestrieri in Cutaneo, 59 anni, di Barano d’Ischia (Napoli) ma residente a Ischia, mamma di 6 figli. La donna è rimasta schiacciata dal cornicione di una chiesa che le è crollato addosso dopo aver parcheggiato l’auto e mentre stava per entrare in chiesa. La seconda vittima, rimasta sepolta nella casa crollata in località Maio, sempre a Casamicciola, si chiamava Marilena Romanini, 65 anni, nata a Brescia, ma residente a Monte San Giusto (Macerata). La Romanini era sull’isola in vacanza. Il bilancio definitivo delle cure prestate dai medici dell’ospedale e del 118 è di 42 feriti, di cui solo 16 hanno richiesto un ricovero. Uno di essi è stato trasferito già nella notte di ieri al Cardarelli di Napoli, a causa di gravi ferite che richiedevano cure di alta specializzazione: l’uomo è ricoverato con prognosi riservata.

(fonte ansa)

- Advertisement -
- Advertisement -
- Advertisement -

Ultime Notizie