lunedì, Maggio 27, 2024

Gianni Caputo al Teatro CortéSe con “Fu Re da doppie Lodi”. La vita di Eduardo raccontata dalle sue poesie

- Advertisement -

Notizie più lette

Redazione
Redazionehttp://www.2anews.it
2Anews è un magazine online di informazione Alternativa e Autonoma, di promozione sociale attivo sull’intero territorio campano e nazionale. Ideato e curato da Antonella Amato, giornalista professionista. Il magazine è una testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Napoli n.67 del 20/12/2016.

Al Teatro CortéSe dei Colli Aminei da venerdì 3 Maggio a domenica 5 Maggio in scena Gianni Caputo con lo spettacolo “Fu Re da doppie Lodi” ossia , la vita di Eduardo raccontata dalle sue poesie.

Tutto pronto al Teatro CortéSe dei Colli Aminei dove da venerdì 3 Maggio a domenica 5 Maggio sarà di scena lo spettacolo “Fu Re da doppie Lodi” ossia , la vita di Eduardo raccontata dalle sue poesie.

In palcoscenico Gianni Caputo attore formatosi al Laboratorio Quadriennale del Teatro Elicantropo di Carlo Cerciello, con alle spalle una più che trentennale esperienza di palcoscenico sotto la guida di registi quali lo stesso Cerciello, Walter Manfrè, Giuseppe Sollazzo, Mario Brancaccio, Guglielmo Guidi, Aniello Mallardo, Michele Del Grosso e molti altri e che da alcuni anni ha indirizzato il suo percorso artistico e di ricerca attoriale anche alla riscoperta ed alla valorizzazione dei tesori della poesia Napoletana del ‘900.

Lo stesso Gianni Caputo è anche l’autore della drammaturgia originale. “Raccontare l’Eduardo uomo, lasciando per una volta da parte quel Teatro e quelle tavole di palcoscenico cui l’immenso attore e drammaturgo ha dedicato l’intera sua vita”. Così l’autore interprete Caputo nelle sue note.

“Raccontare i suoi amori, i suoi dolori, i figli, la famiglia, il suo rigore morale, i suoi dubbi, le sue incrollabili certezze e farlo grazie alle sue meravigliose poesie, che lui ha scritto incessantemente, dai primi anni della sua gioventù fino alla fine della sua vita e che ci parlano di lui molto più di quanto non facciano le sue commedie. E’ questo lo scopo ambizioso di questo appassionato progetto”. “Giacché la grandezza dell’Eduardo attore e drammaturgo, ha di fatto oscurato quella dell’Eduardo Poeta, che invece Fu Re da doppie Lodi, visto che gli spetta un posto di diritto anche nell’Olimpo della Poesia – oltreché beninteso, in quello del Teatro”.

Le musiche arrangiate ed eseguite da Giuseppe Musto, accompagneranno il pubblico durante il percorso così come alcune suggestive immagini della vita di Eduardo. “Eduardo- scrive ancora Gianni Caputo- non ha mai letto le sue poesie, ma le ha sempre recitate rigorosamente a memoria.

Ecco perché questo spettacolo non sarà nella maniera più assoluta un reading, ma un viaggio appassionato ed appassionante nelle emozioni che Eduardo ha voluto condividere con noi lasciandoci in dono le sue Poesie.

- Advertisement -
- Advertisement -
- Advertisement -

Ultime Notizie