giovedì, Maggio 6, 2021

Galleria Principe di Napoli: accordo Comune-MANN per la sua valorizzazione culturale

- Advertisement -

Notizie più lette

Galleria Principe di Napoli: accordo Comune-MANN per la sua valorizzazione culturale
Luigi Maria Mormonehttps://www.2anews.it
Luigi Maria Mormone, cura la pagina di cronaca su Napoli e provincia, attualità e sport (pallanuoto, basket, volley, calcio femminile ecc.), laureato in Filologia Moderna, giornalista.

Galleria Principe: ci saranno laboratori didattici, atelier d’arte e artigianato (col coinvolgimento della Federico II, del Conservatorio e dell’Accademia di Belle Arti). L’accordo supporterà Anpi per la realizzazione del Museo della Resistenza.

- Advertisement -

Nel prossimo triennio, grazie all’Accordo, sottoscritto ieri, in Sala Giunta di Palazzo San Giacomo, alla presenza del Vicesindaco Carmine Piscopo, l’Assessore al Patrimonio Alessandra Clemente, l’Assessore alla Cultura Annamaria Palmieri, il Presidente della Terza Municipalità Ivo Poggiani e il Direttore del MANN Paolo Giulierini, il Museo MANN avrà a disposizione alcuni locali della Galleria Principe di Napoli per promuovere “laboratori urbani” di arte, musica, artigianato, lettura e di didattica a beneficio della città tutta.

Verso il Quartiere Cultura nel centro storico cittadino è l’obiettivo del protocollo firmato oggi che punta alla valorizzazione culturale del complesso monumentale della Galleria Principe di Napoli – dichiara l’Assessore Clemente Un obiettivo fortemente voluto dal Museo MANN e dal Comune di Napoli e che in questo momento storico di riapertura dei musei vede l’Amministrazione Comunale mettere a disposizione concretamente i suoi spazi, oggi, per la piena ripresa delle attività culturali dei nostri musei e nei prossimi anni per la ripresa e rinascita della città“.Galleria Principe di Napoli: accordo Comune-MANN per la sua valorizzazione culturale Nell’ambito del progetto “Common Gallery”, che ha come finalità, tra l’altro, il recupero, l’adeguamento e la valorizzazione della Galleria Principe di Napoli, il Comune metterà a disposizione del MANN due unità immobiliari ai civici VIII e XXII (interno della Galleria) ed il locale al n. 8 (sottostante il porticato di Piazza Museo Nazionale).” conclude Clemente.

Il progetto di Valorizzazione con il Museo Mann è in linea con l’intervento più complessivo di restauro e di rifunzionalizzazione della Galleria, che l’Amministrazione de Magistris sta portando avanti, per un importo di circa 10 milioni di euro, nell’ambito del Contratto Interistituzionale di Sviluppo” afferma il Vice Sindaco Carmine Piscopo mentre l’assessora alla Cultura Annamaria Palmieri sottolinea “con questo accordo prende il via il quartiere della cultura, già dall’estate stiamo ipotizzando il lancio di iniziative artistico-culturali condivise“.Galleria Principe di Napoli: accordo Comune-MANN per la sua valorizzazione culturaleNuovi spazi per l’arte nella Galleria Principe di Napoli: il Mann avrà un ruolo di coordinamento tra tutte le realtà culturali del quartiere, promuovendo eventi, presentazioni di libri, attività di valorizzazione dell’artigianato locale e della ricerca. In prospettiva, pensiamo ad un modello Montmartre, riferimento per cittadini e turisti” è la dichiarazione del Direttore del MANN Paolo Giulierini.

Galleria Principe di Napoli: i dettagli dell’accordo di valorizzazione tra Comune e MANN

La partnership è stata promossa su iniziativa di Paolo Giulierini, Direttore del Museo ed Alessandra Clemente, Assessore al Patrimonio, ai Lavori Pubblici e ai Giovani del Comune di Napoli d’intesa con l’Assessore alla Cultura Annamaria Palmieri ed il Vicesindaco Carmine Piscopo. In questi spazi, il MANN promuoverà la realizzazione di “laboratori urbani”, che svilupperanno diverse attività: infopoint; laboratori didattici incentrati sul patrimonio del centro storico; laboratori d’arte (in rete con l’Accademia di Belle Arti) ed Atelier per artisti contemporanei con la possibilità di esporre le proprie opere; laboratori musicali, in collaborazione con il Conservatorio San Pietro a Majella; laboratori artigianali, per promuovere le tradizioni locali, con particolare riferimento all’arte del presepio; laboratori di lettura, da organizzare con librerie storiche e piccole case editrici; Centro di documentazione, che rifletterà l’impegno dell’azione coordinata con l’Ateneo Federiciano per aggiornare la piattaforma di quartiere e favorire l’incontro tra soggetti culturali; percorsi didattici nell’ambito dell’iniziativa MANN in Campus.

Il Museo Archeologico Nazionale di Napoli d’intesa con il Comune di Napoli supporterà, inoltre, l’Associazione Nazionale Partigiani d’Italia (A.N.P.I.) per la realizzazione del Museo della Resistenza nei locali interni alla Galleria: in tal senso, la mostra “Hercules alla guerra”, organizzata al MANN (settembre 2019) e dedicata alle Quattro Giornate di Napoli, costituirà il punto di partenza per promuovere un nuovo percorso di approfondimento storico e documentario.

- Advertisement -
- Advertisement -
- Advertisement -

Ultime Notizie