domenica, Ottobre 2, 2022

Fuorigrotta, inaugurato il murale mangia-smog sui muri della Silio Italico

- Advertisement -

Notizie più lette

E’ stato inaugurato sui muri della scuola Silio Italico, nel quartiere Fuorigrotta, il murale realizzato dall’artista Zed1, realizzato con una tecnologia brevettata in grado di eliminare l’inquinamento ambientale.

Sono trascorsi trent’anni esatti dalla chiusura dell’Italsider, l’ex Ilva di Bagnoli, e dalla messa al bando dell’amianto. Oggi a Fuorigrotta, presso presso l’Istituto Comprensivo 78° Cariteo Italico, è stato inaugurato il nuovo tassello della campagna di comunicazione #UnlockTheChange, per promuovere attraverso l’arte un cambiamento positivo in favore di modelli socioeconomici sostenibili. Erano presenti il Vicesindaco Maria Filippone; il Dirigente Scolastico Diego Rije; Enza Amato presidente del Consiglio Comunale di Napoli; Carmine Sangiovanni presidente della Decima Municipalità Fuorigrotta-Bagnoli e il Consigliere Regionale Massimiliano Manfredi. Un nuovo eco murales che assorbirà ogni giorno lo smog di 79 veicoli. Il murale “Unlock the change”, che raffigura una bambina che apre il portone del vecchio mondo inquinato alle nuove idee di sostenibilità e di economia positiva.

L’opera, che copre una superficie di 360 mq (36x11m) e è firmata dall’artista Zed1 (Marco Barresi) e realizzata con le eco-pitture Airlite, una tecnologia brevettata in grado di eliminare lo smog prodotto da 160 veicoli. Sarà come avere piantato degli alberi di alto fusto lungo via Giulio Cesare. I due assistenti che hanno aiutato Zed1 nella realizzazione del murale sono anche loro due artisti: Luca Zeus40, artista di fama internazionale fondatore del festival Back to the style e membro dell’associazione Bereshit, molto attiva all’interno del territorio partenopeo nelle produzioni di street art e Giovanni Anastasia, giovane e talentuoso artista napoletano di grandi prospettive.

Il murale è stato commissionato a Yourban 2030, associazione no profit che si dedica ai temi dell’ambiente e della sostenibilità attraverso l’arte e le nuove tecnologie green, da B Corp, benefit corporation, all’interno della campagna Unlock the change. Yourban 2030 ha realizzato già a roma il più grande murale green d’Europa – Hunting Pollution – e altri 5 murales green, compreso uno ad Amsterdam.

“Il murale rappresenta un messaggio simbolico importante, soprattutto in un momento storico molto triste per il nostro Paese e per l’Europa intera, a causa della guerra, che come tutti gli altri conflitti bellici, penalizza soprattutto i bambini. Iniziative come questa rilanciano anche il ruolo della scuola, che non è solo educazione, ma anche integrazione. E le scuole di Napoli, della Campania e d’Italia saranno direttamente coinvolte nell’accoglienza dei bambini scappati via dall’Ucraina. Accanto a ciò c’è il discorso per cui la scuola è il luogo dove i nostri figli passano la maggior parte del tempo e quindi una scuola bella e curata e accogliente rappresenta una parte importante del percorso formativo delle future generazioni”. Così Enza Amato, presidente del Consiglio comunale di Napoli.Fuorigrotta, inaugurato il murale mangia-smog sui muri della Silio Italico

“Quest’opera – ha sottolineato Carmine Sangiovanni, presidente della Decima Municipalità ha un doppio significato. Il primo lancia un nuovo modello di comunicazione verso i giovani, che passa attraverso arte, cultura, associazionismo e scuola. E l’altro è quello legato a nuove metodologie di prevenzione rispetto all’inquinamento ambientale. Siamo favorevoli a questa iniziativa e auspichiamo possa diventare un vero e proprio modello in città. A cominciare, dopo Fuorigrotta, proprio da Bagnoli, dove, qualora fosse possibile, proporremo la stessa opera in un’altra scuola”.

Veronica De Angelis, Presidente e founder di Yourban2030 commenta: “Oggi siamo felici di supportare nella sua campagna #UnlockTheChange una realtà virtuosa come quella delle B Corp. Quest’opera, non nasce in un luogo qualsiasi: la scelta di una scuola è fondamentale per lanciare un messaggio di cambiamento ai giovani e per trasmettere i valori dell’Agenda 2030 ai cittadini del futuro”.Fuorigrotta, inaugurato murale anti-smog alla Silio Italico

Il murales inaugurato oggi a Fuorigrotta è un’iniziativa lodevole e ringrazio il dirigente scolastico Diego Rije per il suo impegno nella realizzazione di quest’opera. che sarà proposto anche in altre zone di Napoli. – ha dichiarato il Vicesindaco Maria Filippone. – Non stiamo parlando solo di arte e sostenibilità ma anche di decoro urbano. Nella nostra città sono già presenti molti murales dedicati a personaggi famosi visitati e fotografati dai turisti”. 

“Sono molto soddisfatto di quest’opera. – dichiara il dirigente Diego Rije. – Il murales è stato realizzato con il coinvolgimento dell’intero territorio: la nostra scuola media Silio Italico ha collaborato attivamente, non solo concedendo il muro per la realizzazione dell’opera, ma coinvolgendo sia i professori che i giovani studenti in laboratori creativi che hanno dato vita alle lampadine del cambiamento, stimolando così una riflessione collettiva intorno al tema di #UnlockTheChange.

 

- Advertisement -
- Advertisement -
- Advertisement -
- Advertisement -spot_imgspot_imgspot_img

Ultime Notizie