sabato, Giugno 15, 2024

Erica Piccotti esegue “la musica di JFK” nello spettacolo di Stefano Valanzuolo 

- Advertisement -

Notizie più lette

Carlo Farina
Carlo Farinahttps://www.2anews.it
Carlo Farina - cura la pagina della cultura, arte con particolare attenzione agli eventi del Teatro San Carlo, laureato in Beni culturali, giornalista.

Sessant’anni dopo l’omicidio di John Kennedy, lo struggente suono di un violoncello, evoca Bach e il talento di Pablo Casals, attraverso l’interpretazione della giovane violoncellista Erica Piccotti, per la rassegna “Galop 23”: venerdì 24 novembre nel Galoppatoio della Reggia di Portici.

Interessante e particolarmente significativo il prossimo appuntamento del “Maggio della Musica” con la rassegna “Galop 23” dove musica e storia si incontreranno in una serata inconsueta e senza dubbio originale, grazie all’idea geniale del musicologo e curatore della rassegna Stefano Valanzuolo. La storia ci racconta che il 22 novembre 1963 il presidente degli Stati Uniti John Fitzgerald Kennedy, il 35° presidente in carica, veniva assassinato a Dallas, in Texas, durante una visita istituzionale, lasciando attoniti non solo tutto il popolo americano, ma il mondo intero, diventando un mito assoluto della storia mondiale.Erica Piccotti esegue “la musica di JFK” nello spettacolo di Stefano Valanzuolo 

A 60 anni da questo drammatico evento che ha cambiato la storia degli Stati Uniti e dell’Occidente, il critico musicale Stefano Valanzuolo, con la complicità preziosa e abile della violoncellista Erica Piccotti, ha ideato uno spettacolo/concerto inedito, denominato “Pablo Casals: la musica di JFK”, che andrà in scena venerdì 24 novembre nel Galoppatoio borbonico della Reggia di Portici, alle ore 20.15, nell’ambito della rassegna “Galop 23”.Firmato accordo di collaborazione tra la Fondazione Ente Ville Vesuviane e il Musa

Ultimo segmento della stagione concertistica realizzata dall’associazione Maggio della Musica in collaborazione con la Direzione regionale Musei Campania, “Galop 23” si avvale del patronato del Comune di Portici. Radio ufficiale di Maggio della Musica 2023, diretta nelle scelte artistiche da Stefano Valanzuolo, è AudioLive FM – Musica e cultura. Costruito sulle pagine più amate da Casals, in primis le Suites di Bach e il “Canto degli Uccelli”, lo spettacolo vede protagonista Erica Piccotti, ventiquattrenne straordinaria violoncellista italiana, interprete bachiana di grande sensibilità.

Il percorso musicale è scandito da un testo di Valanzuolo che ricostruisce con poche licenze il carteggio tra il più iconico dei presidenti americani e il glorioso violoncellista, esponenti di mondi apparentemente distanti.

Casals, oltre che violoncellista leggendario, è stato un intellettuale impegnato attivamente a favore della pace e dei diritti umani, un vulcano di iniziative, un orgoglioso artista catalano innamorato della propria terra. La sua musica e le sue idee avrebbero finito col sedurre anche John Kennedy e la moglie Jackie. Erica Piccotti esegue “la musica di JFK” nello spettacolo di Stefano Valanzuolo 

Pablo Casals suonò nel novembre 1961 alla Casa Bianca. Nacque da lì un rapporto molto cordiale con JFK. In realtà, Casals, che fu autonomista catalano negli anni del franchismo in Spagna fino a scegliere l’esilio volontario, era stato conquistato dalle idee di progresso kennediano e aveva visto nel presidente un alleato potenziale nella lotta per la riaffermazione dei diritti nel proprio paese. Si sarebbero dovuti ritrovare, dopo quel concerto del 1961, alla fine di novembre del 1963. Una settimana prima della data scelta, Kennedy fu ucciso. Questo racconto si basa su fatti reali, al di là del romanticismo che lo ispira e celebra un doppio anniversario che cade in questi giorni: i 60 anni dalla morte di Kennedy, i 50 anni da quella di Casals.

Programma

Johann Sebastian Bach (1685 – 1750)

Suite n. 1 in Sol Maggiore, BWV 1007 

Pablo Casals (1876-1973)

Cant dels ocells (Canto degli Uccelli)

Gaspar Cassadò (1897-1966)

Suite per violoncello solo 

Johann Sebastian Bach

Suite n. 2 in Re minore BWV 1008

——————————–

Erica Piccotti

“Young Artist of the Year” 2020 agli International Classical Music Awards, Erica Piccotti svolge un’intensa attività concertistica in Italia e all’estero. Nata a Roma nel 1999, e diplomatasi a soli 14 anni con lode e menzione d’onore presso l’Accademia di Santa Cecilia di Roma, ha ottenuto l’onorificenza di Alfiere della Repubblica Italiana da parte del Presidente della Repubblica “per gli eccezionali risultati in campo musicale”. Nel 2017 vince il secondo premio all’”International Johannes Brahms Competition” di Pörtschach, in Austria. Tra gli altri riconoscimenti conseguiti, citiamo il “Landgraf von Hessen-Preis” dalla Kronberg Academy e il Premio “Maura Giorgetti” della Filarmonica del Teatro alla Scala.

Tra i suoi impegni più recenti: il Primo Concerto di Haydn sotto la direzione di Antonio Pappano, il Concerto di Schumann diretto da Daniel Oren, il debutto alla Konzerthaus di Berlino, le presenze allo Schloss Elmau con Mischa Maisky, Frans Helmerson e Daishin Kashimoto, i recital alla IUC di Roma e all’Helsinki Cello Fest.

Si è esibita per l’Accademia del Verbier Festival, al Supercello Festival di Pechino, Al Bustan Festival di Beirut, Musica Festival di Sarasota, Festival de Cordas e Piano di Belo Horizonte, Paganini Festival di Genova, Janigro Festival di Porec, oltre che per le stagioni di Musikàmera al Teatro la Fenice di Venezia, Associazione Scarlatti di Napoli, Unione Musicale di Torino, Micat in Vertice a Siena (dove ha suonato uno Stradivari del 1682).

Da solista, ha affiancato l’Orchestra Regionale della Toscana, la Verdi di Milano, la Toscanini di Parma, l’Orchestra del Teatro Carlo Felice di Genova. Attualmente, Erica si perfeziona con Frans Helmerson presso la Kronberg Academy.

Ha iniziato gli studi con Francesco Storino per poi proseguirli con Antonio Meneses presso l’Hochschuleder Kunste di Berna, l’Accademia “Stauffer” di Cremona e l’Accademia Chigiana di Siena. Il suo debutto discografico recente è stato accolto dall’etichetta Warner. Suona un violoncello Ettore Soffritti, Ferrara, 1925.

Prossimi concerti al Galoppatoio borbonico

Martedì 28 novembre, ore 20.15

Mālūf Mouvement: note mediterranee

Marzouk Mejri – ney, darbuka, voce; Salvatore Morra – oud, chitarra; Charles Ferris – trombe

Venerdì 1 dicembre, ore 20.15

Friends for Pino

Gigi De Rienzo, Mario Nappi, Claudio Romano, Gigi Patierno, Emilia Zamuner

Musica e parole di Pino Daniele

INFO

Associazione Maggio della Musica

Via Filippo Palizzi, 95 – 80127 Napoli

maggiodellamusica@libero.it | +39 0815561369, 3929160934, 3929161691 www.maggiodellamusica.it 



- Advertisement -
- Advertisement -
- Advertisement -

Ultime Notizie