lunedì, Febbraio 6, 2023

Covid 19 in Campania, De Luca: “Situazione preoccupante” (VIDEO)

- Advertisement -

Notizie più lette

Luigi Maria Mormone
Luigi Maria Mormonehttps://www.2anews.it
Luigi Maria Mormone, cura la pagina di cronaca su Napoli e provincia, attualità e sport (pallanuoto, basket, volley, calcio femminile ecc.), laureato in Filologia Moderna, giornalista.

Covid 19 in Campania: il governatore rimarca la situazione difficile sul fronte contagi e attacca il ministro della Salute Roberto Speranza (“Ormai si presenta come un raccomandatore”).

Nella diretta Facebook di oggi, il governatore della Campania, Vincenzo De Luca, sottolinea la situazione sul fronte Covid 19, con un forte aumento dei contagi negli ultimi giorni, partendo dal raffronto con l’anno scorso: “I casi che avevamo nel 2021, nella prima settimana di luglio, erano 208; oggi, 13.214 -afferma il numero uno di Palazzo Santa Lucia- Ricoveri nei reparti ordinari: lo scorso anno 218, oggi 606. Abbiamo più del triplo delle persone ricoverate nei reparti ordinari. Ricoveri in terapia intensiva: lo scorso anno 17 ricoveri, oggi 34, cioè il doppio. Persone isolate a casa: lo scorso anno 7.055, oggi 15.785.

Il dato più preoccupante è quello che riguarda le terapie intensive perché, quando si raddoppiano i ricoveri in terapia intensiva, significa che iniziamo ad avere casi pesanti, ossia polmoniti o difficoltà respiratorie. Siamo in una situazione seria: tra quelli che vengono contagiati oggi, registriamo un boom di contagi in età pediatrica. Al Santobono abbiamo difficoltà, con decine di bambini ricoverati per contagio da Covid”.

Riguardo ai dati relativi ai nuovi casi, per De Luca “sono sostanzialmente falsi, per una ragione oggettiva, in quanto sottodimensionati almeno del 50%. Abbiamo, ormai, decine di migliaia di persone che sono asintomatiche o che, pur avendo una positività, vanno in giro tranquillamente. I dati sono falsi anche per un altro motivo: cioè, a livello ministeriale, vengono calcolati sulle percentuali di occupazione di posti letto e terapia intensiva, del tutto virtuali”.

Non è mancata quindi un’ironica stoccata al ministro della Salute, Roberto Speranza: “Anche in questa circostanza -prosegue il governatore della Campania – registriamo la totale inesistenza del Ministero della Salute del nostro Paese. Abbiamo un Ministro che, ormai, si presenta come un raccomandatore. Raccomanda la prudenza, l’uso delle mascherine, la vaccinazione, l’apertura di reparti per l’aumento del Covid”.

Tornando ai contagi, il governatore è preoccupato anche dal fatto che cominciamo ad avere centinaia di persone del comparto sanitario contagiate. Questo è un dato che va seguito con estrema attenzione. Rischiamo di non avere il personale per seguire l’evoluzione e la crescita del contagio. Ovviamente, se la tendenza è questa oggi, ho il dovere di dire ai nostri concittadini che, da settembre in poi, avremo una situazione di grandissima pesantezza. Già oggi, abbiamo migliaia di persone in ferie, ad agosto ancora di più: vi sarà un rimescolamento sociale, pochissima gente con le mascherine, tanti eventi pubblici che determinano assembramenti”.

L’appello anche alla quarta dose di vaccino soprattutto per gli anziani ospiti delle RSA e all’uso dei farmaci antivirali: “Faccio appello ai medici di Medicina Generale affinché prescrivano molti più farmaci antivirali. Oggi, abbiamo un ottimo strumento per combattere il Covid: se individuiamo in tempo il contagio, il medico di famiglia può prescrivere il farmaco antivirale in grado di bloccare la diffusione del contagio. In Campania, però, vi è ancora un uso limitato di farmaci antivirali: abbiamo decine di migliaia di queste confezioni, adoperiamole”.

 

- Advertisement -
- Advertisement -
- Advertisement -

Ultime Notizie