martedì, Ottobre 19, 2021

Covid 19, De Luca attacca Salvini: “Folle dire che sotto i 40 anni si può evitare il vaccino” (VIDEO)

- Advertisement -

Notizie più lette

Luigi Maria Mormonehttps://www.2anews.it
Luigi Maria Mormone, cura la pagina di cronaca su Napoli e provincia, attualità e sport (pallanuoto, basket, volley, calcio femminile ecc.), laureato in Filologia Moderna, giornalista.

Covid 19 in Campania: il governatore Vincenzo De Luca attacca nuovamente il leader della Lega. Poi un consiglio ai sindaci sulla ripresa dei contagi: “Eliminare eventi pubblici a rischio assembramento”.

Nella consueta diretta Facebook del venerdì, il governatore della Campania, Vincenzo De Luca, ribadisce che “dobbiamo completare quanto prima possibile la campagna di vaccinazione anti Covid 19. Questo è l’obiettivo prioritario.

Più si ritarda la campagna di vaccinazione più cresce il pericolo di diffusione di varianti come la variante Delta, quindi più cresce il pericolo che la fase dell’epidemia si prolunghi nel tempo -osserva De Luca- Vaccinarsi quanto prima possibile è indispensabile per contenere e poi sconfiggere l’epidemia Covid. Vaccinarsi quanto prima possibile e quanti più è possibile per consentire la ripresa delle attività economiche”.

De Luca condivide inoltre la proposta di Carlo Bonomi (presidente di Confindustria) sull’obbligatorietà dei vaccini sui luoghi di lavoro: “È una proposta seria -sottolinea – Coinvolgiamo i sindacati ma anche sui luoghi di lavoro, se vogliamo garantire continuità delle attività produttive, dobbiamo pretendere che chi va a lavorare in una comunità poi la rispetti e si faccia il vaccino”.

Il numero uno di Palazzo Santa Lucia attacca poi il leader della Lega, Matteo Salvini: “Ci sono alcuni soggetti politici in Italia che fingono di difendere le attività economiche ma sono i nemici dell’economia. Il primo di questi soggetti ovviamente è Salvini -dichiara De Luca – Quando il segretario della Lega dice in maniera totalmente irresponsabile che sotto i 40 anni possiamo evitare di fare il vaccino, siamo veramente alla follia. I dati epidemiologici ci dicono che l’età media del contagio è scesa oggi a 28 anni. Ma come si può dire in maniera irresponsabile che sotto i 40 anni se ti fai o non ti fai il vaccino è la stessa cosa?”.

La ripresa dei contagi spinge inoltre il governatore della Campania a lanciare un segnale di prudenza ai sindaci, soprattutto per quanto riguarda gli eventi pubblici che rischiano di creare assembramenti: Credo che non ci siano le condizioni per festeggiare quest’anno la festa di Sant’Anna a Ischia – ha detto con amarezza – se si limitano gli accessi diventa incontrollabile la situazione. Sarebbe imperdonabile buttare a mare il lavoro fatto per una giornata di festa. Voglio ringraziare il sindaco di Ischia ma non credo ci siano le condizioni per celebrare l’evento.

E’ necessario oggi essere prudenti, non fare la corsa alle riaperture. Bisogna avere senso di responsabilità. Invito gli amministratori pubblici a essere prudenti, a eliminare ogni evento pubblico che determina assembramento incontrollabili e incontrollati”.

- Advertisement -
- Advertisement -
- Advertisement -
- Advertisement -spot_imgspot_imgspot_img

Ultime Notizie