giovedì, Maggio 23, 2024

Covid 19, De Luca annuncia: “Livello di contagio alto, Campania sarà zona rossa” (VIDEO)

- Advertisement -

Notizie più lette

Luigi Maria Mormone
Luigi Maria Mormonehttps://www.2anews.it
Luigi Maria Mormone, cura la pagina di cronaca su Napoli e provincia, attualità e sport (pallanuoto, basket, volley, calcio femminile ecc.), laureato in Filologia Moderna, giornalista.

De Luca annuncia che da lunedì 8 marzo la Campania sarà zona rossa. Sui vaccini: “Lavoriamo per acquistare dosi dall’estero e per la produzione in Campania”.

Nella consueta diretta Facebook del venerdì pomeriggio, il governatore della Campania, Vincenzo De Luca, ufficializza di fatto l’imminente passaggio in zona rossa (che scatterà lunedì 8 marzo): “Siamo ormai in zona rossa perché il livello di contagio non si può più reggere. Registriamo ormai 2500 nuovi positivi al giorno -ha detto il numero uno di Palazzo Santa Lucia- Dovremmo fare tracciamento contatti per almeno 25000 persone ed è impossibile. Siamo arrivati dov’era prevedibile che si arrivasse. La ricaduta sulla rete ospedaliera diventa grande e alla lunga insostenibile. Abbiamo già oggi un appesantimento della situazione negli ospedali, in particolare al Cardarelli. Le varianti sono aggressive e colpiscono anche la popolazione più giovane”.

Poi accusa: “Ci sono poi i comportamenti scorretti e il rilassamento generale che riscontriamo -prosegue De Luca- Le spiagge sono gremite come a Ferragosto, in tanti quartieri c’è assoluta mancanza di controlli, così come in tutta Italia. Da settimane il Paese è abbandonato a sé stesso. Ci sono alcuni sindaci di grandi città che non hanno fatto nulla, anzi incentivano le aperture serali (riferimento indiretto ma molto probabile al sindaco di Napoli, Luigi de Magistris, ndr)”.

Sottolineando ancora una volta la “sperequazione nella distribuzione” e la volontà di acquistare forniture dall’estero, De Luca anticipa un’altra importante novità sui vaccini:Si sta lavorando per la produzione del vaccino in Campania. Ci sono aziende che producono farmaci che possono attrezzarsi con l’aiuto della Regione, un aiuto finanziario anche rilevante con tecnologie necessarie, i bio reattori in modo particolare per l’infilamento del vaccino. È un’operazione che richiederà non meno di 4 mesi dal momento della stipula dell’accordo ma stiamo lavorando in questa direzione, investire alcune decine di milioni di euro per la conversione aziendale in modo da avere la possibilità di produrre vaccini in Campania”.

Infine, non manca una durissima critica al governo sull’ormai probabile rinvio delle elezioni amministrative ad ottobre: “Una vergogna, ma su questo nessuno presenta ricorsi al Tar. Milioni di cittadini saranno chiamati al voto per una tornata che prevede i ballottaggi.

Stanno pensando di far votare il 4 ottobre, il che significa presentare le liste il 4 settembre. Ancora una volta – sottolinea – quelli che dovrebbero essere mesi dedicati solo alla scuola vedranno una totale distrazione delle istituzioni rispetto al problema della scuola. L’unica finestra tranquilla sarebbe quella compresa tra fine giugno e la prima decade di luglio. Come avvenuto lo scorso anno – tuona il governatore della Campania- la politica politicante calpesta la dignità del mondo della scuola“.

- Advertisement -
- Advertisement -
- Advertisement -

Ultime Notizie