20-09-20 | 08:34

Corte di Cassazione: fingersi single è reato

Attualità Corte di Cassazione: fingersi single è reato
- Advertisement -

Notizie più lette

Ampio successo per il Napoli Carpisa Yamamay Calcio Femminile

Torna al successo il Napoli Carpisa Yamamay Calcio Femminile. Battuto 4-0 il Nebrodi, riparte la corsa al quarto posto. Torna al successo il Napoli Carpisa...

Caivano, 17enne muore in piscina mentre si allena

Il mondo del nuoto è sotto choc. Mario Riccio era tesserato con la società Acquachiara di Pomigliano D'Arco. Franco Porzio: "Una tragedia immane". Mario Riccio,...

Torino, la moglie lo allontana: lui va in auto e si dà fuoco

Ultime notizie di cronaca italiana. Dopo aver litigato con la moglie si è rinchiuso nella sua auto e ha appiccato le fiamme alla vettura. La...

Coronavirus, Santobono: Morta bambina di 8 anni affetta da leucemia

Ospedale Santobono: I medici sono in attesa di fare il tampone per verificare il sospetto contagio da coronavirus per ora non confermato. I familiari...
Redazionehttp://www.2anews.it
2Anews è un magazine online di informazione Alternativa e Autonoma, di promozione sociale attivo sull’intero territorio campano e nazionale. Ideato e curato da Antonella Amato, giornalista professionista. Il magazine è una testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Napoli n.67 del 20/12/2016.

Fingersi single per ingannare l’amante è un reato. Lo ha stabilito una sentenza della Cassazione: «far credere all’amante di essere single o divorziato quando non è vero è un fatto punibile penalmente». Tecnicamente si tratta di «sostituzione della persona». Ma c’è una scappatoia: per incorrere nel reato «non basta illudere il secondo partner di essere liberi da altri legami, si deve anche cercare un’utilità, come una convenienza economica o il semplice mantenimento di un rapporto sentimentale che altrimenti verrebbe perduto». Insomma, c’è una speranza, per i fedifraghi bugiardi, di cavarsela, ma il testo della sentenza lascia poca discrezionalità al giudice. In un modo o nell’altro, il «vantaggio o la convenienza» con l’amante ci sono quasi sempre. Ergo, attenti a quel che dite: il passo verso il carcere o una pesante ammenda è breve. La sentenza nasce dal ricorso di una amante, una donna che si era sentita imbrogliata: lui, già sposato, all’inizio della relazione le aveva fatto credere di voler stare con lei, di essere separato e di avere concrete possibilità di ottenere un annullamento del precedente matrimonio; lei lo aveva presentato in famiglia e aveva concepito un figlio. Ma quel divorzio non arrivava. Lui non l’aveva chiesto e anzi, messo alle strette, le aveva presentato un falso certificato di separazione creato al computer. Così avevano pianificato di sposarsi. Intanto anche la moglie vera era rimasta incinta.

- Advertisement -

Ultime Notizie

Tina Cipollari e Gianni Sperti: Il nuovo format è una formula vincente”

Uomini e Donne, news. Tina Cipollari e Gianni Sperti commentano sul magazine ufficiale la scelta di unire il trono classico al trono over nel...

Un Posto al Sole, Mariella Valentini interpreta Barbara Filangieri

Un Posto al Sole, anticipazioni. Il personaggio di Barbara Filangieri sarà interpretato da Mariella Valentini. Il nuovo personaggio è coinvolto con Marina e Fabrizio...

The Spark Creative Hub, riapre l’innovativo spazio polifunzionale di Napoli

The Spark Creative Hub riapre martedì 30 settembre. A piazza Bovio ritornano gli eventi di design, digitale, editoria, musica e formazione.  “The Spark Creative Hub” riaccende...

Ponticelli, 26enne arrestato: nascondeva la droga tra le piante di casa

Napoli, Ponticelli: Nasconde la droga tra le piante di casa in via Carlo Miranda. Pusher 26enne arrestato dai Carabinieri. I carabinieri della stazione di Napoli...

Il Nuovo Teatro Sanità riparte dal Madre e dal Piccolo Bellini

Il “Nuovo Teatro Sanità”, ha presentato “On the road- Tutte le strade portano al teatro” una mini stagione in sinergia con il Museo Madre...