22-09-20 | 06:16

Coronavirus, Pepe Reina: “Ho avuto paura, per 25′ mi è mancato l’ossigeno”

Sport Coronavirus, Pepe Reina: "Ho avuto paura, per 25' mi è mancato l'ossigeno"
- Advertisement -

Notizie più lette

Ampio successo per il Napoli Carpisa Yamamay Calcio Femminile

Torna al successo il Napoli Carpisa Yamamay Calcio Femminile. Battuto 4-0 il Nebrodi, riparte la corsa al quarto posto. Torna al successo il Napoli Carpisa...

Caivano, 17enne muore in piscina mentre si allena

Il mondo del nuoto è sotto choc. Mario Riccio era tesserato con la società Acquachiara di Pomigliano D'Arco. Franco Porzio: "Una tragedia immane". Mario Riccio,...

Torino, la moglie lo allontana: lui va in auto e si dà fuoco

Ultime notizie di cronaca italiana. Dopo aver litigato con la moglie si è rinchiuso nella sua auto e ha appiccato le fiamme alla vettura. La...

Coronavirus, Santobono: Morta bambina di 8 anni affetta da leucemia

Ospedale Santobono: I medici sono in attesa di fare il tampone per verificare il sospetto contagio da coronavirus per ora non confermato. I familiari...
Francesco Monacohttp://www.2anews.it
Francesco Monaco, giornalista pubblicista. Esperienza dalla carta stampata a internet, radio e tv. Scrittore, il suo primo romanzo: 'Baciami prima di andare'.

L’ex portiere del Napoli, Pepe Reina, ha raccontato i giorni difficili del suo contagio al Covid-19, ricordando anche il suo periodo in azzurro: “E’ la mia dimensione naturale”.

“La compagnia non mi manca, siamo io, mia moglie Yolanda, cinque figli e i due suoceri. La casa e’ grande e la solitudine non vi ha accesso. Pero’ isolato lo sono stato dopo aver accusato i primi sintomi del virus”. In un’intervista a ‘Il Corriere dello Sport’, il portiere dell’Aston Villa Pepe Reina ha raccontato i giorni difficili del suo contagio al Covid-19. “Febbre, tosse secca, un mal di testa che non mi abbandonava mai, quel senso di spossatezza… – ricorda il 37enne estremo difensore spagnolo, ex Napoli e Milan – L’unico spavento quando per venticinque minuti mi e’ mancato l’ossigeno, come se la gola si fosse improvvisamente ristretta e l’aria non riuscisse a passare… I primi sei, otto giorni li ho trascorsi chiuso in una stanza”.

Circa la sua esperienza italiana, Reina ha parole al miele per Napoli: “E’ la mia dimensione naturale. Non avrei potuto fare una scelta migliore, posso assicurare che non mi sono mai divertito tanto a giocare come nei tre anni di Napoli con Sarri. Lo spirito con cui ci allenavamo e giocavamo, e la qualita’ del gioco di quel Napoli: non vedremo mai piu’ una squadra muoversi in quel modo. Sarri riusci’ a portarci al di sopra di limiti e potenzialita’”.

- Advertisement -

Ultime Notizie

Andrea Sannino con “E’ gioia live” all’Arena Flegrea venerdì 25 settembre

Venerdì 25 Settembre 2020 concerto evento, del cantautore napoletano Andrea Sannino che, con i suoi video, ha superato i 60 milioni di visualizzazioni/YouTube. Dopo lo...

Tiki Taka: stasera la prima puntata con Piero Chiambretti alla conduzione

Tiki Taka: Piero Chiambretti debutta alla condizione del programma calcistico di Italia 1 (la cui prima puntata andrà in onda stasera alle 23.40). Ospiti...

Coronavirus in Campania, i dati del 20 settembre: 243 nuovi positivi

Coronavirus in Campania: il bollettino di ieri 20 settembre dell'unità di Crisi regionale riporta 243 nuovi positivi su 3.405 tamponi effettuati. Notevole incremento di positivi...

Città della Scienza: riapertura da venerdì 25 settembre

Città della Scienza: venerdì 25 settembre ripartono le attività dopo il lockdown e la pausa estiva. Il museo di Città della Scienza riapre le porte...

Meteo Napoli, addio estate: piogge in arrivo da martedì

La prima settimana d'autunno si apre subito con l'arrivo di piogge e temporali anche nel capoluogo campano. Settimana di nubi e piogge la prima dell'autunno...