giovedì, Aprile 25, 2024

Concorso Comune di Napoli, 14mila domande per 222 assunzioni

- Advertisement -

Notizie più lette

Francesco Monaco
Francesco Monacohttps://www.2anews.it
Francesco Monaco, giornalista. Esperienza dalla carta stampata a internet, radio e tv. Scrittore, il suo primo romanzo: 'Baciami prima di andare'.

Entro i primi di aprile sono previste le prove preselettive del concorso esterno, bandito agli inizi di quest’anno dal Comune di Napoli, rivolto al reclutamento di complessivi 222 posti.

La Commissione Legalità con delega al personale, presieduta da Pasquale Esposito, ha incontrato ieri la dirigente del personale Giuseppina Silvi per discutere dell’allocazione delle nuove risorse umane assunte da concorso del 2022. Queste le principali novità: ulteriore scorrimento delle graduatorie degli amministrativi C, di 30 unità che potrebbero aumentare in caso di ulteriori cessazioni dal servizio. Entro i primi di aprile sono poi previste le prove preselettive del concorso esterno, bandito agli inizi di quest’anno, rivolto al reclutamento di complessivi 222 posti, tra funzionari tecnici, agenti di polizia locale, maestri e maestre e istruttori socio-educativi. Sono 14mila le domande presentate per partecipare al concorso. Previste anche nuove progressioni dalla categoria A alla B, per un totale di 50 unità divise tra 25 da reclutare all’interno e 25 all’esterno tramite i Centri per l’impiego.

Nel dibattito Massimo Cilenti (Napoli Libera) ha sottolineato la mancanza di una politica sul personale: l’impressione è che sia stato adottato un approccio burocratico utile a coprire le cessazioni, senza però una reale riorganizzazione delle risorse umane. La contemporaneità tra concorsi e progressioni verticali ha già causato un depauperamento della Polizia locale e c’è il rischio che questo accada nuovamente col nuovo concorso. Ha infine auspicato una riorganizzazione più profonda degli uffici, che punti sulla digitalizzazione e la smaterializzazione. Maria Grazia Vitelli (PD) ha fatto i complimenti all’Amministrazione per il lavoro svolto con i concorsi. Per Vitelli tuttavia la scelta di allocare le risorse soprattutto nelle Municipalità ha portato a sfornire gli altri servizi. Ha concluso auspicando anche lei maggiore digitalizzazione per permettere agli uffici di lavorare con più sinergia.

Per il presidente Pasquale Esposito questa Amministrazione sta finalmente procedendo alle assunzioni dopo tanti anni, è importante però puntare sulla organizzazione del personale, per rispondere al meglio alle esigenze dei cittadini. Un’altra priorità – ha concluso – sarà quella di portare al centro della discussione politica e istituzionale una rimodulazione della legge 74 del 21 giugno scorso, in particolare la cosiddetta norma ‘taglia idonei,’ che stabilisce un tetto del 20% dei posti messi a concorso per definire la graduatoria degli idonei.

- Advertisement -
- Advertisement -
- Advertisement -

Ultime Notizie