sabato, Luglio 20, 2024

In Cilento la seconda tappa del Campionato nazionale CSI nuoto in acque libere

- Advertisement -

Notizie più lette

Gabriella Monaco
Gabriella Monacohttp://www.2anews.it
Redattrice laureata in 'Lettere Moderne'. Appassionata di Scrittura, Arte, Viaggi e Serie tv."

Al via in Cilento la seconda tappa del Campionato Nazionale CSI di Nuoto in acque libere, dopo la prima svoltasi in Liguria a Bergeggi lo scorso 9 giugno.

Domenica 30 giugno sarà ancora una volta la costiera cilentana ed il mare di Santa Maria di Castellabate, presso la spiaggia di Località “Lago”, ad ospitare la quarta edizione del Miglio (Blu) arancio, evento organizzato grazie alla Polisportiva “AquAriA” ed il supporto tecnico del Circolo Nautico Punta Tresino in collaborazione con il Centro Zona CSI Cilento ed il CSI Salerno, sotto l’egida del CSI Campania.

Quest’anno la gara – con partenza da una delle 12 spiagge più belle d’Italia oltre che tra le 20 Bandiere Blu in Campania – sarà valida come seconda tappa del Campionato Nazionale CSI di Nuoto in acque libere, dopo la prima svoltasi in Liguria a Bergeggi (SV) lo scorso 9 giugno.

Buone le previsioni sia relativamente alle condizioni meteo-marine sia agli atleti partecipanti, intorno al centinaio, tra cui un instancabile M75. Sintesi Napoli, Anfra Napoli e Olimpia S.V. Cava de’ Tirreni le società con più finalisti iscritti.

Domenica prossima il programma prevede le seguenti specialità: alle ore 9 Sprint 400 metri per i “Kids” under 12 (Esordienti “B”/Esordienti “A”); alle 9:15 il Miglio Nautico (1.852 metri), quindi la Staffetta Assoluta 4×100 metri programmata per le ore 10:30 e infine la partenza dei 3.000 metri prevista per le ore 10:45. Verranno dunque assegnati, così come da regolamento, i titoli nazionali (medaglia d’oro e scudetto nazionale ai primi classificati) per sesso e categoria nei 3.000 metri oltre che per il Miglio Nautico.

Otto boe previste, ove virare, sul percorso a bastone. Per tutti al via muta protettiva e boetta di sicurezza, pronti a sfidare correnti marine e moto ondoso e a nuotare in parallelo alla linea di costa, a circa 150 metri dalla riva.

- Advertisement -
- Advertisement -
- Advertisement -

Ultime Notizie