20-10-20 | 22:36

Casoria, rogo in una fabbrica di plastica e alluminio: rischio ambientale

Home Cronaca di Napoli Casoria, rogo in una fabbrica di plastica e alluminio: rischio ambientale
- Advertisement -

Notizie più lette

Ampio successo per il Napoli Carpisa Yamamay Calcio Femminile

Torna al successo il Napoli Carpisa Yamamay Calcio Femminile. Battuto 4-0 il Nebrodi, riparte la corsa al quarto posto. Torna al successo il Napoli Carpisa...

Torino, la moglie lo allontana: lui va in auto e si dà fuoco

Ultime notizie di cronaca italiana. Dopo aver litigato con la moglie si è rinchiuso nella sua auto e ha appiccato le fiamme alla vettura. La...

Caivano, 17enne muore in piscina mentre si allena

Il mondo del nuoto è sotto choc. Mario Riccio era tesserato con la società Acquachiara di Pomigliano D'Arco. Franco Porzio: "Una tragedia immane". Mario Riccio,...

Ultime notizie Benevento: 14enne si spara con pistola del padre

Benevento news:  14enne si spara con la pistola del padre, è grave Si esclude il gesto volontario, sarebbe stato un incidente. Un quattordicenne di Vallata,...
55f753ac4fd0bf9dc9150b50d12da632?s=120&d=mm&r=g
Luigi Maria Mormonehttps://www.2anews.it
Luigi Maria Mormone, cura la pagina di cronaca su Napoli e provincia, attualità e sport (pallanuoto, basket, volley, calcio femminile ecc.), laureato in Filologia Moderna, giornalista pubblicista.

Cronaca di Napoli: a Casoria un terribile incendio ha colpito la ditta Cerbone, innalzando l’ennesima nube nera nella “Terra dei fuochi”.

Ancora un terribile rogo in piena Terra dei fuochi. Poco prima delle 7 di stamattina, un incendio ha distrutto un capannone industriale a Casoria, provocando gravi disagi ai residenti nei palazzi circostanti, alcuni dei quali intossicati dall’inteso fumo sprigionato dalle fiamme. La nube nera è stata visibile da chilometri di distanza. Numerose squadre dei vigili del fuoco sono giunte sul posto per domare l’incendio.

A essere colpita dal rogo è stata la ditta Cerbone, che gestisce un sito di stoccaggio di plastica e alluminio. Come riporta “Internapoli”, non ci sono feriti né intossicati tra i dipendenti della società, mentre è in corso il conto dei danni: l’azienda ha tuttavia fatto sapere che le attività aziendali continueranno. Chiusa una vicina scuola elementare e media mente i vigili del fuoco, Asl e Arpac hanno consigliato ai residenti di tenere le finestre chiuse e non restare in strada.Casoria, rogo in una fabbrica di plastica e alluminio: rischio ambientale Da chiarire le cause e le dinamiche dell’incendio, con i Carabinieri ancora sul posto, anche se non si esclude la pista legata al racket. Tra i primi a denunciare il fatto la pagina Rete di Cittadinanza e Comunità, che ha preso una posizione ben precisa: “Tra Casoria e Afragola, in terra di nuovi racket e guerra tra bande, prende fuoco un capannone di stoccaggio plastica e alluminio, Gruppo Cerbone. Tutti sul posto, gente allontanata, Arpac in allerta: sentiremo le solite chiacchiere e assisteremo alle solite passerelle? Quanti altri verranno a dirci che dobbiamo impegnarci di più, invece di provare a fare il loro lavoro? Quanti ancora parleranno di “balordi” e non di scenari criminali architettati ad arte dalle fin troppo note forze in gioco? E quanti ancora ci diranno che, nonostante le colonne di fumo nero, è sempre tutto a posto?. C’è solo una cosa – conclude il post su Facebook– che possiamo rispondervi: jatevenne, andate a casa. La nostra terra brucia e voi, come sempre, restate comodamente seduti sulle vostre poltrone”.

Rogo a Casoria, Legambiente: “Rischio inquinamento falde”

Sulla vicenda è intervenuta anche Mariateresa Imparato, presidente Legambiente Campania, che ha parlato delle ripercussioni che il rogo potrebbe portare: “L’incendio della fabbrica di alluminio di quelle dimensioni lascia tappeti di cenere e rifiuti non più riciclabili con un rischio inquinamento non solo atmosferico ma anche del suolo – spiega Imparato a “Il Mattino” -. Quando si spengono le fiamme, le sostanze inquinanti rischiano di trasferirsi nelle falde acquifere.

Stiamo parlando di una città, quella di Casoria, già esposta all’inquinamento da polveri sottili e che ha visto nel 2018 ben 50 superamenti dei limiti giornalieri previsti per il Pm10 mentre sono già 10 quelli dall’inizio dell’anno“.

Foto: pagina Facebook “Rete di Cittadinanza e Comunità”

- Advertisement -

Ultime Notizie

Stasera in tv, mercoledì 21 ottobre: ‘La maschera di Zorro’ su Sky Max

Ecco la guida dei film in onda sui principali canali in prima serata mercoledì 21 ottobre. Scopri cosa sarà trasmesso in anticipo stasera in...

Beautiful, anticipazioni: Thomas cade da una scogliera

Beautiful, anticipazioni. Thomas va da Hope per cercare di spiegarsi e di riconquistarla, ma dopo l'arrivo di Brooke cade dalla scogliera. Arrivano le ultime anticipazioni...

Netflix: Ecco le migliori uscite per il mese di novembre 2020

Netflix. Ecco la nostra lista delle migliori uscite, tra film e serie tv, del popolare canale di streaming per il mese di novembre 2020. Come...

Covid 19, positivo il comico Simone Schettino: rinviato lo spettacolo al Troisi

Simone Schettino positivo al Covid 19: il suo spettacolo al teatro Troisi (originariamente in programma il 24-25 ottobre) è stato spostato al 14-15 novembre....

Coronavirus in Campania, i dati del 19 ottobre: 1312 nuovi positivi

Coronavirus in Campania: il bollettino di ieri 19 ottobre dell'unità di Crisi regionale riporta 1.312 nuovi positivi su 10.205 tamponi effettuati. Anche oggi superati i...