lunedì, Maggio 20, 2024

Calcio Napoli, Ancelotti mischia le carte: il Napoli rimonta e batte il Milan 3-2

- Advertisement -

Notizie più lette

Gianmarco Giugliano
Gianmarco Giuglianohttps://www.2anews.it
Gianmarco Giugliano, cura la pagina dello sport calcio di 2ANews, laureato in Giurisprudenza, scrittore e giornalista.

Sotto di due reti, il Calcio Napoli riesce a rimontare con una doppietta di Zielinski ed un gol di Mertens

 

Dopo le polemiche della settimana tra De Laurentiis e De Magistris, dopo le prese di posizione delle curve contro il presidente, è il campo l’unico giudice.

Prima al San Paolo, prima di Higuain con la maglia del Milan proprio al San Paolo, prima di Ospina tra i pali del calcio Napoli e… seconda vittoria degli azzurri.

Nel primo tempo il Milan fa… il Napoli proponendo un buon possesso palla (alla fine addirittura i rossoneri giocheranno più palloni degli azzurri) senza mai buttare il pallone dalla difesa. Con grande impegno e corsa, la squadra di Gattuso mette in difficoltà la squadra di Ancelotti. Al primo tiro in porta, il Milan è già in vantaggio: assist di Borini per Bonaventura che calcia in difficile equilibrio trovando un bellissimo gol. Nulla da fare per Ospina. Siamo al 15’.

Il Napoli è chiamato ad un’altra rimonta. Ci tentano Insigne, Callejon, Milik ma la palla non entra. C’è anche un possibile rigore su Mario rui ma l’arbitro assegna un fallo al Milan per ostruzione del portoghese su Calabria.

Ci si chiede se il Milan possa resistere alla stessa intensità anche nella ripresa.

Nessun cambio per ancelotti: il mister aspetta di vedere come entrerà in campo la squadra. Passano quattro minuti ed il Milan con una azione “sarriana” realizza con Calabria il secondo gol. Siamo al 49’ ed è gelo sul San Paolo.

Calcio Napoli, Ancelotti mischia le carte: il Napoli rimonta e batte il Milan 3-2

Entra in campo… Ancelotti: il mister ridisegna il Napoli prima proponendo un 4-4-2 per stringere le maglie del centrocampo milanista e, successivamente fa entrare anche Mertens che devasta la difesa rossonera probabilmente stanca di tanta intensità.

Alla prima palla persa dalla difesa del Milan il calcio Napoli ruba palla e serve Zielinski che con un gran diagonale segna l’ 1-2. È il 53’.

Ora il San Paolo è una bolgia e la squadra ci crede. La grande veemenza del Napoli porterà la squadra di Ancelotti ad avere ragione nei contrasti per oltre due terzi degli scontri. Biglia scende di intensità ed il Milan si spegne.

Ci vuole un gran gol di Zielinski da fuori area su azione da calcio d’angolo dopo una deviazione di Babayoko per portare il calcio Napoli al pareggio meritato. Mancano ancora 23 minuti e la partita è di nuovo in parità.

Ora, però, la partita è nelle mani del Napoli e del suo pubblico. Ancelotti nella ripresa mette fuori Hamsik (appena sufficiente la prova dello slovacco) e Zielinsky per Mertens e Diawara. Buona la prova di entrambi che mettono nel motore degli azzurri grinta , vivacità e potenza. Ottimo anche l’ingresso di Luperto sulla fascia al posto di Mariom Rui: il ragazzo lotta come un leone senza nessuna incertezza e con la sicurezza di un veterano.

È nell’aria il terzo gol: all’80 Allan mette una palla al centro per Mertens che defilato ma solo, insacca nella porta di un buon Donnarumma.

Calcio Napoli, Ancelotti mischia le carte: il Napoli rimonta e batte il Milan 3-2

Si compie una grande rimonta con Zielinski grande protagonista, con Allan guerriero instancabile e con un “regista” dalla panchina che è stato capace di mescolare le carte mettendo in difficoltà le certezze rossonere.

Una nota su Higuain: da 5 in pagella la sua partita. Sbaglia l’unica occasione che gli viene concessa e subisce la durezza degli interventi degli ex compagni tra le ovazioni del San Paolo.

Napoli a pieni punti dopo due giornate, dopo due rimonte e battendo Lazio e Milan: punti pesanti contro squadre che vorranno dire la loro per l’ingresso in Champions.

Zilinski ed Allan migliori in campo: se il polacco (che si illumina a momenti) riuscirà ad essere più continuo, allora è destinato a diventare un top player. Bellissimo il primo gol con la lucidità di far scorrere la palla prima di calciarla e tecnicamente fantastico il secondo da fuori area al volo.

È un Napoli che lotta, suda, rimonte e soprattutto vince. Non si scompone l’undici partenopeo ma porta avanti la sua gara con una maturità da grande squadra. Alla fine saranno 8 contro 3 i tiri nello specchio ed addirittura 16 contro 6 i tiri totali: se questa non è una vittoria meritata, ditemi voi quale dovrebbe esserla…

- Advertisement -
- Advertisement -
- Advertisement -

Ultime Notizie