giovedì, Aprile 25, 2024

Bonus psicologo 2024, a chi spetta e come richiederlo

- Advertisement -

Notizie più lette

Francesco Monaco
Francesco Monacohttps://www.2anews.it
Francesco Monaco, giornalista. Esperienza dalla carta stampata a internet, radio e tv. Scrittore, il suo primo romanzo: 'Baciami prima di andare'.

Il Bonus Psicologo è stato confermato anche per l’anno 2024: ecco tutto ciò che c’è da sapere per poter avere il contributo.

Bonus psicologo 2024, “dal 18 marzo si può presentare la richiesta sul sito dell’Inps del ‘Contributo per sostenere le spese relative a sessioni di psicoterapia'”. A darne notizia online il ministero della Salute, ricordando che “il beneficio è destinato ai cittadini richiedenti con Isee non superiore ai 50mila euro” e che “le domande per la richiesta del contributo potranno essere presentate fino al 31 maggio 2024. Alla scadenza saranno elaborate le graduatorie degli aventi diritto in base alle risorse disponibili. Il contributo sarà erogato prioritariamente alle persone con Isee più basso, in base all’ordine di arrivo della domanda”.

“Le istruzioni per la presentazione delle domande per l’accesso al beneficio – si legge sul sito del ministero – sono contenute nella Circolare Inps n. 34 del 15 febbraio 2024. Per inoltrare la domanda è necessario disporre delle credenziali Spid, Cie o Cns. La domanda per accedere al beneficio deve essere presentata esclusivamente in via telematica accedendo al servizio ‘Contributo sessioni psicoterapia’ attraverso una delle seguenti modalità: portale web, utilizzando l’apposito servizio online raggiungibile sul sito www.inps.it direttamente dal cittadino tramite Spid di livello 2 o superiore oppure tramite Carta di identità elettronica (Cie) 3.0 o tramite Carta nazionale dei servizi (Cns) dalla sezione ‘Prestazioni e servizi’ > ‘Servizi’ > ‘Punto d’accesso alle prestazioni non pensionistiche’; Contact Center Integrato, contattando il numero verde 803.164 (gratuito da rete fissa) o il numero 06 164.164 (da rete mobile a pagamento, in base alla tariffa applicata dai diversi gestori)”.

A quanto ammonta

“Rispetto alla precedente annualità – ricorda il ministero – sono stati innalzati gli importi del contributo ed è stato esteso a 270 giorni il tempo per il suo utilizzo”. Eccoli. “Isee inferiore a 15mila euro: il beneficio, fino a 50 euro per ogni seduta, è erogato a concorrenza dell’importo massimo stabilito in 1.500 euro per ogni beneficiario; Isee compreso tra 15mila e 30mila euro: il beneficio, fino a 50 euro per ogni seduta, è erogato a concorrenza dell’importo massimo stabilito in mille euro per ogni beneficiario; Isee superiore a 30mila euro e non superiore a 50mila: il beneficio, fino a 50 euro per ogni seduta, è erogato a concorrenza dell’importo massimo stabilito in 500 euro per ogni beneficiario”.

Il contributo – precisa il ministero della Salute – è stato introdotto dal decreto legge 30 dicembre 2021, n.228, convertito con modificazioni dalla legge 25 febbraio 2022, n.15, all’art.1-quater, comma 3, ed è stato finanziato anche per gli anni 2023 e seguenti dall’articolo 1, comma 538, della legge 29 dicembre 2022, n.197, ed ulteriormente rifinanziato dall’articolo 22-bis del decreto legge 18 ottobre 2023, n.145, convertito con modificazioni dalla legge 15 dicembre 2023, n.191, e viene erogato sulla base dei requisiti e delle modalità stabilite nel decreto del ministro della Salute, di concerto con il ministro dell’Economia e delle Finanze del 24 novembre 2023.

- Advertisement -
- Advertisement -
- Advertisement -

Ultime Notizie