Napoli, allarme da parte dei Vigili del Fuoco: c’è carenza di dispositivi di protezione

97
Napoli, allarme da parte dei Vigili del Fuoco: c’è carenza di dispositivi di protezione

Vigili del Fuoco di Napoli: c’è una forte carenza di dispositivi di protezione individuale (guanti, caschi e stivali antifiamma).

Allarme per i Vigili del Fuoco di Napoli, i quali devono fare i conti con la carenza di dispositivi di protezione individuale, tra cui guanti, caschi e stivali antifiamma.

La denuncia arriva direttamente dalla segreteria provinciale del Conapo, sindacato autonomo dei Vigili del Fuoco: “I Vigili del Fuoco del Comando Provinciale di Napoli -sottolinea il sindacato in una nota- non possono sostituire i Dispositivi di Protezione Individuale (D.P.I.) deteriorati per mancanza di scorte adeguate. A causa della particolarità delle operazioni di soccorso spesso i DPI – dagli stivali ai completi antifiamma, dai guanti ai caschi, eccetera – in dotazione al personale Operativo subiscono sollecitazioni tali da renderli inutilizzabili, inoltre i Dispositivi in dotazione al personale per semplice vetustà o scadenza “dovrebbero” essere tempestivamente sostituiti. Purtroppo tutto questo non accade: le scorte del magazzino tecnico del Comando sono o nulle o insufficienti e il personale operativo è esposto al disagio e al rischio che tale situazione determina”.Napoli, allarme da parte dei Vigili del Fuoco: c’è carenza di dispositivi di protezione Il sindacato ricorda inoltre di aver “sollecitato i Magazzini Centrali anti Incendio – siti in Roma – di inviare al più presto adeguate scorte di materiale, ma sin ora il personale operativo del Comando non ha ricevuto nulla. Come al solito al di là delle considerazioni di stima, delle roboanti affermazioni di encomio e quant’altro siamo tristemente abituati a sentire, nel concreto sembrerebbe che si faccia spending review sulla pelle dei Vigili del Fuoco, ed è inteso fisicamente il “sulla pelle” considerato la gravità della cosa. Chiediamo quindi uno sblocco di questa situazione e che quanto necessario alla sicurezza del personale operativo venga consegnato al più presto e senza indugio”.