venerdì, Settembre 24, 2021

Associazione Scarlatti, martedì 8 giugno riprendono i concerti

- Advertisement -

Notizie più lette

Associazione Scarlatti, martedì 8 giugno riprendono i concerti
Carlo Farinahttps://www.2anews.it
Carlo Farina - cura la pagina della cultura, arte con particolare attenzione agli eventi del Teatro San Carlo, laureato in Beni culturali, giornalista.

Sarà Roberto Prosseda ad inaugurare la fortunata rassegna “Musica sotto le stelle” con musiche di MENDELSSOHN E  MORRICONE, eccezionalmente al Teatro Delle Palme, per causa maltempo.

Con grande piacere riprendono finalmente i concerti della storica e centenaria Associazione Alessandro Scarlatti che martedì 8 giugno alle ore 19 e alle ore 21 al Teatro delle Palme a causa maltempo, inaugurerà la rassegna Musica sotto le Stelle 2021, ospitando il noto pianista Roberto Prosseda, artista eclettico ed innovativo. Oltre alla carriera da solista – che lo ha visto esibirsi con i Berliner Symphoniker, la Mozarteum Orchestra, la London Philharmonic Orchestra, l’Accademia Nazionale di Santa Cecilia di Roma e  la Filarmonica della Scala –  Prosseda ha riscoperto ed eseguito più di cinquanta brani inediti di Mendelssohn in prima esecuzione mondiale; inoltre ha avuto modo di collaborare con diversi compositori per il cinema, primo fra tutti Ennio Morricone. In questo programma riunisce la sua ricerca su questi due compositori, con un inedito di Morricone ispirato a Johann Sebastian Bach.Associazione Scarlatti, martedì 8 giugno riprendono i concerti

“Questo programma è un omaggio alla musica pianistica di Ennio Morricone, compositore a cui ero personalmente molto legato, e che ho sempre considerato uno dei maggiori compositori del Novecento, non soltanto per la sua produzione di musica per il cinema.

Ho conosciuto la musica “assoluta” di Morricone (così lui amava definire le sue composizioni non concepite per il cinema) attraverso la mia frequentazione della musica di Goffredo Petrassi e dei suoi allievi, come Aldo Clementi, Marcello Panni, Boris Porena e Sergio Cafaro dei quali ho suonato le musiche pianistiche sin da quando ero studente in conservatorio e frequentavo l’ambiente romano della musica contemporanea. Sono quindi arrivato a conoscere la musica di Morricone attraverso quel filone che parte proprio da Petrassi, suo maestro, e dalla sua rievocazione del contrappunto della gloriosa scuola polifonica romana.

Tutti questi aspetti trovano un esito di grande originalità e fascino nel trittico pianistico che Ennio Morricone scrisse nel 1956, due anni dopo il suo diploma in composizione con Petrassi. Questo trittico, la cui partitura è tuttora inedita (la ebbi direttamente da Ennio Morricone alcuni anni fa) si intitola “Invenzione, Canone e Ricercare” e non risulta ancora eseguito in pubblico integralmente: lo presenterò in questo concerto per la prima volta in pubblico dal vivo.

In questo recital ho pensato di alternare una selezione delle musiche “assolute” di Morricone (oltre al citato trittico, suonerò anche due Studi e Rag in Frantumi) con alcune sue trascrizioni originali per pianoforte (anch’esse mai pubblicate in partitura) da celebri temi di colonne sonore, tra cui “La leggenda del pianista sull’oceano”, “ Nuovo Cinema Paradiso” e “Indagine su un cittadino al di sopra di ogni sospetto”. 

Le composizioni di Morricone saranno accostate a brani di Bach (Invenzioni a tre voci), Mendelssohn (Lieder ohne Worte), Schubert e Brahms, nell’intento di sottolineare, da un lato, la grande tradizione musicale a cui la poetica di Morricone attinge, e, dall’altro, come comuni elementi tematici o procedimenti contrappuntistici possano portare ad esiti diversi e personali. 

Il concerto dell’8 giugno segna il debutto di questo mio nuovo programma di recital, e sono particolarmente felice di presentarlo per la prima volta proprio a Napoli, per l’Associazione Scarlatti; si tratta di un ritorno particormente significativo dopo il concerto dell’ottobre 2010, nel quale presentavo un programma di simile impostazione, che alternava Notturni di Chopin ad autori contemporanei, da Ligeti a Berio a Fedele.”

Tutti i concerti rispetteranno le norme vigenti sulla  sicurezza, con la realizzazione di due spettacoli a sera, alle ore 19 e alle 21, con un numero massimo di 100 spettatori ( 200 al Teatro delle Palme)

Martedì 8 giugno 2021–Teatro delle Palme, Napoli – ore 19 e ore 21

Mercoledì 9 giugno alle ore 19 il concerto verrà replicato nella Chiesa di San Benedetto a Salerno, nell’ambito della ripresa della rassegna “Grande Musica a San Benedetto”, con il patrocinio del Comune di Salerno in collaborazione co0n Yamaha Europe.   

ROBERTO PROSSEDA, pianoforte

Johann Sebastian Bach – Invenzioni a tre voci in la minore, sol minore e re minore; Ennio Morricone – Invenzione, Canone e Ricercare; Felix Mendelsshon – Lied ohne Worte op. 67 n. 5; Ennio Morricone – Il Deserto dei Tartari; Felix Mendelsshon – Lied ohne Worte op. 53 n. 5; Ennio Morricone – Indagine su un cittadino al di sopra di ogni sospetto;  Franz Schubert – Improvviso op 90 n. 1; Ennio Morricone – Studi n. 1 e n. 2; Franz Schubert: Improvviso op. 90 n. 2; Johannes Brahms – Ballata op. 10 n.2  ; Ennio Morricone – Il pianista sull’oceano, Rag in frantumi.

Con si può ben notare, abbiamo un programma insolito e molto interessante che spazia dai grandi della musica del Seicento (Bach) e dell’Ottocento (Mendelssohn e Schubert), fino al Novecento con alcuni brani di Ennio Morricone che, come possiamo vedere, non sono solo tratti da colonne sonore, il genere che maggiormente lo rappresenta. Non aggiungo altro a ciò che lo stesso Prosseda ha detto a riguardo, sottolineando tuttavia l’importanza l’unicità di questo concerto che esce fuori dai canoni tradizionali del recital pianistico classico; in poche parole, un concerto da non perdere.  

- Advertisement -
- Advertisement -
- Advertisement -

Ultime Notizie