Scampia-Piscinola: inaugurata la nuova stazione della metro

1110

Inaugurata la nuova stazione Scampia-Piscinola. Lavori terminati con due mesi di anticipo. Vincenzo De Luca: “Opera bellissima, rispettiamo gli impegni”.

Con due mesi di anticipo rispetto alla consegna prevista dei lavori, è stata completata e inaugurata la nuova stazione del nodo di interscambio Scampia-Piscinola. I lavori hanno previsto anche l’intervento di riqualificazione della piazza e degli spazi antistanti.

L’intervento, dal costo complessivo di 46 milioni di euro, è stato finanziato dalla Regione Campania e rientra nei 14 cantieri EAV bloccati dal 2011 e riattivati a partire dal 2016 dopo il risanamento finanziario dell’Ente Autonomo Volturno.

L’opera  si compone di un nuovo edificio di collegamento tra il quartiere di Scampia e le esistenti stazioni EAV e ANM posta ad una quota superiore nel quartiere di Piscinola, realizzando così un polo trasportistico di integrazione tra la linea su ferro e su gomma.

Si è intervenuti su un’area complessiva di oltre 4.000 m2 di cui una nuova piazza di oltre 2.800 m2  e l’area coperta di 1.200 m² che si sviluppa su due livelli.

L’edificio che strutturalmente è in acciaio a partire dall’imponente pensilina d’ingresso aggettante sulla nuova piazza, è dotato della più moderna impiantistica sia per i servizi al pubblico sia per l’accessibilità, permettendo anche un accesso diretto da un parcheggio pubblico.

Le installazioni tecnologiche sono costituite da una dotazione di monitor per gli avvisi al pubblico pubblicità, news, ecc., oltre che da un fitto cablaggio in fibra ottica collegante l’impianto di videosorveglianza interna ed esterna ad una centrale operativa e a monitor di controllo posti nella stazione EAV.

In aggiunta, è stata bandita una gara internazionale per una nuova, importante opera d’arte da ricevere nel corso del 2019 e che sarà alloggiata nel primo livello.

Scampia-Piscinola: inaugurata la nuova stazione della metro

L’opera d’arte che giungerà a conclusione del concorso internazionale, arricchirà l’edificio nel 2019 e si coniugherà con un intervento architettonico accessorio e complementare con effetti luminosi e sonori, denominato “scambiapassi”, opera ispirata all’arte di Enrico Caruso.

L’intervento sul nodo di Scampia è stata ma anche un’azione di riqualificazione urbana. È stata realizzata una nuova grande piazza di 2.800 m2 dotata di sedute con verde ed attrezzata con verde e piantumazioni pregiate ed una rotatoria che regolerà il traffico automobilistico sull’esistente Via Zuccarini.

Inoltre, in un’ottica di complessiva riqualificazione dell’area sono stati completamente ristrutturati l’edificio ASL e la scalinata d’accesso affacciata sulla nuova piazza con l’ulteriore presenza di interventi artistici e una mostra presepiale artistica con il laboratorio per corsi di formazione.

È un’opera bellissima – ha commentato il presidente della Regione Campania Vincenzo De Lucache sarà completata con alcune opere artistiche: ci sarà un percorso che richiama la vita, l’opera, l’esperienza di Enrico Caruso, e dei murales sulle pareti della piazza antistante, che sarà illuminata durante tutta la notte”. I murales saranno eseguiti dallo street artist Jorit.

L’arredo urbano – spiega De Luca – pur non essendo una stretta responsabilità della Regione, è stato un contributo che abbiamo dato a Scampia, un gesto di amore e di rispetto per la gente. Ci è parso doveroso fare un’opera di abbellimento. Non roviniamo quanto di bello viene realizzato”.